Alitalia test per strategia Etihad, nodo debito e sindacati

giovedì 6 febbraio 2014 15:26
 

* Attesa richiesta forti tagli costi

* Strategia Etihad diversa da rivali Golfo

di Victoria Bryan e Agnieszka Flak

FRANCOFORTE/MILANO, 6 febbraio (Reuters) - L'investimento in Alitalia sarebbe per Etihad il più consistente finora in un vettore europeo, e comporterebbe una serie di questioni spinose che altri potenziali investitori come Air France-Klm non sono stati in grado di risolvere.

L'accordo, secondo fonti vicine al dossier, comporterebbe l'acquisto da parte di Etihad di un pacchetto del 40% in Alitalia per 300 milioni di euro.

Etihad ha detto che farà l'accordo solo se l'investimento si rivelerà utile al suo network e solo se Alitalia sarà in grado di realizzare un piano credibile per tornare al profitto e creare sinergie.

"Qualunque questione che possa impedire di arrivare a un business plan appropriato dovrà essere risolta per assicurare che il piano possa essere realizzato per portare Alitalia a una profittabilità sostenibile", hanno spiegato domenica le due compagnie.

Alitalia offre l'accesso al quarto mercato europeo per i viaggi e trasporta 25 milioni di passeggeri all'anno. Ma il vettore perde 700.000 euro al giorno e ha un debito netto che supera gli 800 milioni di euro.

La compagnia di bandiera italiana ha completato a dicembre un aumento di capitale da 300 milioni di euro che secondo gli analisti le permetterà di continuare a volare per sei mesi.   Continua...