Emergenti, Russia e "frontiere" più resistenti a tapering-East Capital

mercoledì 5 febbraio 2014 15:04
 

MILANO, 5 febbraio (Reuters) - Nel clima di nervosismo che attraversa i mercati emergenti, East Capital scommette quest'anno su Russia e i mercati più "di frontiera", aree che dovrebbero mostrarsi più resistenti al cosiddetto "tapering", la riduzione dello stimolo monetario avviato dalla Federal Reserve Usa.

Parola di Tim Umberger, membro del team di gestione della società specializzata nei mercati emergenti e di frontiera che utilizza anche un approccio attivista: ha infatti contribuito a nominare un consigliere indipendente nei board di metà delle società in cui è in sovrappeso nel fondo lussemburghese "Eastern Europe".

"La Russia e i paesi di frontiera hanno un mercato obbligazionario di dimensioni inferiori - e il 'tapering' si riflette innanzitutto sul reddito fisso - e sono esposti più a quanto avviene in Europa che negli Stati Uniti", ha spiegato a Reuters il gestore citando un "sovrappeso molto significativo" sui paesi dell'est Europa.

Le altre "frontiere" promettenti, secondo East Capital, restano Baltico - la regione europea dalla crescita più rapida, Balcani - dove c'è il potentiale di crescita più alto in Europa - oltre a Romania e Kazakhistan, aree in cui è investito il 20% del fondo.

L'esposizione alla Russia, dove i consumi hanno tenuto offrendo supporto ai titoli delle società orientate al mercato domestico, è altamente selettiva: fra gli investimenti più consistenti del prodotto "Russia domestic growth" ci sono la compagnia aerea Aeroflot (18% del fondo), l'istituto Sberbank (14%) e il motore di ricerca Yandex (14%) che, nel 2013, ha guadagnato circa il 94%. Nella primo vettore aereo russo, East Capital ha una partecipazione del 3,7%.

Più cautela sulla Turchia: finita la luna di miele con i mercati, il paese resta tuttavia una storia di investimento strutturalmente attraente secondo East Capital.

"La crescita ha sorpreso al rialzo ma potrebbe essere rivista al ribasso a causa del tapering", ha detto Umberger nel corso di una presentazione a Milano. "Siamo ancora prudenti, stiamo aspettando il momento migliore per investire".

Fondata nel 1997 East Capital gestisce 3,5 miliardi di euro in asset di titoli quotati, private equity e investimenti immobiliari.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia