"Papà" del commissario Montalbano vuole lista anti-austerity alle Europee

martedì 4 febbraio 2014 14:18
 

ROMA, 4 febbraio (Reuters) - Andrea Camilleri, autore della famosa serie di romanzi gialli del commissario Salvo Montalbano, è tra i promotori di una lista per le elezioni europee ispirata ad Alexis Tsipras, il politico di sinistra greco il cui partito "Syriza" è il primo nei sondaggi e che vorrebbe addirittura diventare presidente della Commissione europea.

La lista, il cui nome e simbolo saranno decisi online nelle prossime settimane dai sostenitori, è stata presentata ufficialmente oggi alla stampa, mentre i suoi promotori - tra cui c'è anche Barbara Spinelli, giornalista e figlia del primo presidente della Commissione Ue, Altiero Spinelli - stanno cercando un accordo con Sel e altri partiti e gruppi di sinistra ed ecologisti. E l'arrivo venerdì prossimo a Roma di Tsipras dovrebbe servire anche a risolvere eventuali tensioni.

Il giovane politico greco - il cui partito è primo con il 22,2% in un recente sondaggio Alco, davanti al centrodestra di Nuova Democrazia, col 21,6% - è stato candidato dal partito della sinistra europea, che all'Europarlamento ha oggi solo il 4,5% dei seggi, a leader della Commissione di Bruxelles, per la sua battaglia contro l'austerità ma non contro l'euro.

Il suo programma propone un new deal economico, con la creazione di un fondo per le piccole e medie imprese, la riforma della Banca centrale europea per farne un prestatore di ultima istanza, l'abolizione del fiscal compact, una forte tassazione della finanza offshore.

"Non siamo contro l'Europa, ma siamo per un'altra Europa, non questa senza una Costituzione fatta dai cittadini e senza poteri che abbiano una forte legittimazione democratica", ha detto oggi Spinelli.

Secondo Spinelli la situazione della Grecia, "trasformata in un laboratorio dell'austerity europea" da Ue e Fondo monetario internazione, è invece uno "spauracchio" per l'Italia, "visto che noi siamo messi abbastanza male dal punto di vista economico e democratico".

Il primo obiettivo della "lista Tsipras" è quello di raccogliere le 150.000 firme necessarie a presentare il simbolo in tutte e cinque le circoscrizioni. Il secondo, quello di superare la soglia di sbarramento del 4% per entrare nell'Europarlamento di Strasburgo. Nel 2008 il cartello della sinistra radicale e dei verdi non riuscì a superare quella percentuale. Oggi Sel è stimata nei sondaggi sotto il 4%, dunque un'alleanza, che comprenderebbe anche Rifondazione comunista, sembra l'unica via percorribile.

Ma un ostacolo all'accordo potrebbe essere la richiesta dei cosiddetti "professori" - oltre a Camilleri e Spinelli, Luciano Gallino, Paolo Flores d'Arcais, Marco Revelli, Guido Viale - di non candidare alcun esponente politico che sia stato parlamentare o consigliere regionale negli ultimi 10 anni, cercando di bloccare i "politici di professione".

(Massimiliano Di Giorgio)   Continua...