MolMed cade dopo annuncio aumento capitale, iter TK in Usa

martedì 4 febbraio 2014 12:02
 

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Seconda seduta consecutiva con un marcato segno meno per Molecular Medicine (MolMed) , affossata dall'annuncio di un nuovo aumento di capitale e da una cattiva notizia sul fronte dell'iter autorizzativo di un farmaco negli Usa.

Attorno alle 11,50, il titolo della società biotecnologica segna un prezzo di 0,53 euro (-17,19%). Straordinari gli scambi: sono passati di mano oltre 7,4 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 2,363 milioni negli ultimi trenta giorni. Il titolo è sui minimi dalla fine dell'agosto scorso.

Il crollo è cominciato ieri, dopo che, l'1 febbraio scorso, la società guidata da Claudio Bordignon ha annunciato la convocazione, per il prossimo 3 marzo, di un'assemblea straordinaria con all'ordine del giorno una proposta di aumento del capitale sociale a pagamento, in via scindibile, per un controvalore massimo pari ad 4.999.999 euro, da eseguire mediante emissione di nuove azioni ordinarie, e una proposta di attribuzione al Cda della delega ad aumentare il capitale sociale fino a massimi 50 milioni di euro, da eseguirsi entro il 31 dicembre 2016, in forma scindibile, mediante emissione di azioni ordinarie da offrire in opzione agli aventi diritto.

Ieri sera, poi, MolMed ha comunicato un aggiornamento della strategia registrativa che intende implementare per la terapia genica TK in Europa e negli Stati Uniti.

"Per quanto riguarda la procedura per il 'conditional approval' in Europa", si legge nella nota, "a seguito di due incontri tenuti con le agenzie nazionali degli stati membri designati dalla European Medicines Agency (Ema) come relatore e co-relatore, la società conferma la previsione di sottomettere il dossier nel primo trimestre del 2014".

Fin qui, dunque, tutto bene. Il problema è che "la Food and Drug Administration (Fda) americana non ha - per il momento - concesso" la designazione di 'breakthrough therapy' alla terapia cellulare TK, "come trattamento adiuvante nel trapianto di cellule staminali ematopoietiche per pazienti adulti affetti da leucemie acute".

Tuttavia, aggiunge MolMed, "la Fda indica che la società potrà sottomettere nuova richiesta nel momento in cui ulteriori evidenze cliniche saranno disponibili". Di conseguenza, "MolMed intende ripresentare domanda per la designazione a 'breakthrough therapy' negli Stati Uniti, basandosi su nuove evidenze ora disponibili, compresi i dati iniziali di efficacia dello studio clinico di Fase III in corso. Tali dati saranno sottomessi per una presentazione al prossimo congresso della American Society of Clinical Oncology (Asco)".

Per leggere i comunicati integrali, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia