Ferragamo corre dopo ricavi 2013, broker cauti su stime, bene lusso

venerdì 31 gennaio 2014 09:46
 

MILANO, 31 gennaio (Reuters) - Avvio di seduta in netto rialzo per Ferragamo, spinta dai ricavi 2013.

Il gruppo ha archiviato l'anno scorso con ricavi pari a 1,258 miliardi di euro, in crescita del 9% a cambi correnti e dell'11% a cambi costanti.

Attorno alle 9,40, il titolo Ferragamo balza del 5,17%, a 23,17 euro, dopo aver segnato un massimo di 23,73 euro. Intensi gli scambi: sono passati di mano oltre 460.000 pezzi, contro una media dell'intera seduta di 753.000 negli ultimi trenta giorni.

La performance di Ferragamo riporta denaro sull'intero comparto del lusso: segno più, infatti, per Tod's, Yoox , Brunello Cucinelli e Moncler.

Ferragamo, dice un trader, "ha rispettato le attese, mentre i competitor hanno deluso".

In una nota di un broker italiano si legge che "i numeri di fatturato sono una notizia positiva. Tuttavia, l'andamento del settore retail ci porta a rivedere leggermente le stime e a confermare la visione neutrale, portando il target price a 25,5 euro".

Un altro broker italiano scrive che il fatturato del quarto trimestre, cresciuto del 7%, è vicino al consensus (+8%) "e inferiore alle nostre ottimistiche attese (+12%)". Il rallentamento del retail è stato "compensato da un'accelerazione del wholesale, principalmente grazie a Usa e Ue".

Ferragamo è fra i titoli più esposti all'Asia (36% del fatturato), ma può contare su un buon posizionamento e sulla forza del wholesale in Europa e Usa, aggiunge il broker, che ha ridotto il target price a 21,8 da 25 euro e tagliato le stime sull'Ebitda 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia