Electrolux, Squinzi chiede a Letta un "intervento deciso"

giovedì 30 gennaio 2014 19:45
 

ROMA, 30 gennaio (Reuters) - Confindustria chiede al governo "un intervento deciso di politica industriale" e un "serio impegno" affinché il caso Electrolux "possa giungere a un esito positivo nell'interesse delle imprese e dei lavoratori coinvolti".

Lo si legge in una lettera che il presidente delgli industriali, Giorgio Squinzi, ha inviato al presidente del Consiglio Enrico Letta E diffuso anche alla stampa.

"Sarebbe un segnale deciso sia verso un'impresa che rappresenta un importante punto di riferimento per il territorio sia verso l'industria italiana, che sta affrontando con tenacia la crisi economica in atto e vuole vincere questa sfida", dice Squinzi.

La multinazionale svedese ha annunciato un piano di riorganizzazione che prevede un forte taglio ai salari dei dipendenti.

Il presidente di Confindustria teme inoltre che i deficit strutturali dell'Italia - l'elevato costo del lavoro, la rigidità del mercato del lavoro e l'alto costo dell'energia - portino "irrimediabilmente verso la desertificazione industriale del nostro Paese".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia