Hsbc, trading automatico potrebbe costare caro dopo aver causato impennata titolo

giovedì 30 gennaio 2014 17:48
 

LONDRA Jan 30 (Reuters) - Un operatore di Borsa potrebbe aver perso 400.000 sterline in meno di 30 secondi oggi dopo aver causato un balzo del 10% delle azioni HSBC, che i trader attribuiscono ad errore umano, un'operazione "fat finger".

Il balzo del titolo di una società che vale 120 miliardi di sterline ha fatto scattare dei freni automatici all'operatività e la sospensione di HSBC per cinque minuti.

Un portavoce di LSE spiega che il forte rialzo, che ha spinto a breve in positivo l'intero indice FTSE 100 .FTSE, è oggetto di un'inchiesta e che non verranno cancellate operazioni.

Secondo alcuni trader, la persona responsabile dell'errore potrebbe aver inserito un quantitativo sbagliato in denaro o non aver distribuito l'acquisto su un periodo sufficientemente lungo di tempo in modo da facilitarne l'assorbimento del mercato (operazione che dovrebbe essere fatta da un algoritmo). Inoltre non ha probabilmente inserito un limite al rialzo al prezzo.

Verso le 1120 GMT centinaia di ordini hanno portato il prezzo di HSBC a 650 pence in 12 secondi e poi fino a 688 pence in altri 16 secondi.

Circa 1,9 milioni di azioni sono passate di mano in un minuto. Su un prezzo medio di 650 pence, l'operazione potrebbe aver portato a una perdita di 400.000 sterline al trader anonimo.

Le azioni sono poi tornate attorno a 630p, in rialzo di un modesto 0,6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia