Borsa Milano chiude positiva, giù Pirelli, CNH, Tod's, rimbalza Fiat

giovedì 30 gennaio 2014 17:56
 

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Piazza Affari chiude con segno positivo una seduta piuttosto volatile in cui è stata sempre migliore degli altri mercati europei grazie alla buona intonazione di Fiat e banche.

I dati macro provenienti dagli Usa hanno consentito il recupero anche delle altre piazze europee anche se prevale una cautela di fondo legata ai timori sui mercati emergenti.

Il Pil Usa del quarto trimestre mostra una crescita del 3,2%, in linea con il consensus, mentre migliori delle attese sono state le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione.

"L'economia Usa ha avuto un secondo semestre forte. Tuttavia, se da un lato i numeri principali della crescita sono solidi dall'altro i dettagli sono più deboli delle attese e in particolare le spese per consumo cresciute soltanto del 3,3%", ha commentato Harm Bandholz, capo economista Usa di UniCredit Research.

L'indice FTSE Mib è salito dello 0,38%, l'Allshare dello 0,41%. In linea Francoforte e Parigi , piatta Londra. Volumi per 2,63 miliardi di euro circa.

Rimbalza FIAT dopo il -4% di ieri seguito alla diffusione dei risultati. CNH INDUSTRIAL lascia sul terreno oltre 3% dopo i conti annunciati oggi con un trader che individua la ragione nelle stime del debito industriale 2014.

Realizzi su PIRELLI, ieri protagonista di uno sprint nel finale a +7% sulle indiscrezioni di una proposta della divisione private equity di Goldman Sachs per rilevare la quota in mano a Marco Tronchetti Provera, poi smentite dal diretto interessato.

Male TOD'S a causa di ricavi 2013 sotto le attese che hanno innescato una serie di revisioni al ribasso del target price da parte dei broker. Debole tutto il lusso con segni meno anche per FERRAGAMO, che a mercati chiusi ha annunciato i ricavi 2013, e BRUNELLO CUCINELLI .

Positiva TELECOM ITALIA : oggi Naguib Sawiris ha ribadito l'interesse a investire nella società a patto che non venda Tim Brasil e faccia un aumento di capitale.   Continua...