Borsa Usa rimbalza dopo vendite, Facebook vola su scia risultati

giovedì 30 gennaio 2014 17:30
 

NEW YORK, 30 gennaio (Reuters) - Gli indici di Wall Street sono in rialzo, sostenuti dal miglioramento dell'economia americana, dopo le recenti vendite scatenate dalle tensioni sui mercati emergenti.

I dati del Dipartimento del Commercio diffusi oggi hanno infatti mostrato che il Pil statunitense è cresciuto del 3,2% nel quarto trimestre, in linea con le attese.

I dati settimanali sui sussidi di disoccupazione hanno invece messo in evidenza un aumento, superiore alle attese, delle richieste iniziali, anche se il trend di lungo periodo resta positivo.

Gli investitori restano tuttavia cauti, temendo che i recenti sforzi della banche centrali dei paesi emergenti per stabilizzare le valute possano non essere sufficienti a bloccare il deflussi.

"I timori per i mercati emergenti potrebbero persistere per diverse settimane se non si vedrà una vera stabilizzazione", spiega Randy Frederick del Charles Schwab Center for Financial Research in Texas. "Avremo, a intermittenza, giorni stabili come oggi, ma le cose potrebbero velocemente cambiare", aggiunge.

Intorno alle 16,10 il Dow Jones sale dello 0,6%, l'S&P 500 dello 0,93%, il Nasdaq dell'1,63%.

Tra i singoli titoli Facebook è in rialzo di oltre il 16% dopo che ieri i risultati hanno mostrato la maggior crescita dei ricavi degli ultimi due anni, superiore alle attese degli analisti.

Visa sale di quasi il 2% dopo che i risultati hanno mostrato un balzo dell'utile trimestrale del 9% grazie all'aumento dei clienti.

Google sale del 2,8% dopo aver ufficializzato la vendita della divisione di telefonia mobile e smartphone Motorola alla cinese Lenovo per 2,91 miliardi di dollari.   Continua...