Pirelli pesante su realizzi dopo smentita proposta Goldman

giovedì 30 gennaio 2014 10:01
 

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Pirelli torna alle negoziazioni dopo una breve sospensione in asta di volatilità per eccesso di ribasso.

Sul titolo pesano i realizzi scattati dopo la corsa di ieri sulle voci di una proposta da parte della divisione di private equity di Goldman Sachs per rilevare la partecipazione nel gruppo di pneumatici, poi smentita a mercati chiusi.

Alle 9,50 Pirelli cede il 5,88% a 12,18 euro dopo un calo di oltre il 6%. Ieri ha chiuso in rialzo del 7,2% con un balzo nel finale di seduta.

A fare volare le azioni della Bicocca ieri sono state le indiscrezioni apparse sul Aphaville, il blog del Financial Times, che ha rilanciato le voci di trattative tra Tronchetti Provera e il braccio di private equity di Goldman Sachs volte ad una semplificazione della struttura azionaria del produttore di pneumatici al fine di delistare il gruppo.

Il presidente e Ceo di Pirelli ha poi precisato che "non è arrivata nessuna proposta al sottoscritto, né tantomeno ho fatto io proposte al board di Pirelli", bollando le voci come "pure illazioni".

Secondo un trader, tuttavia, "il titolo potrà tornare al centro di nuove speculazioni" su eventuali scenari di M&A.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia