PUNTO 1-Inps, senatori Pd chiedono dimissioni Mastrapasqua

mercoledì 29 gennaio 2014 13:15
 

(Cambia titolo, riscrive con comunicato senatori Pd)

ROMA, 29 gennaio (Reuters) - Un gruppo di senatori Pd, vicini al segretario Matteo Renzi, ha chiesto oggi le dimissioni del presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua, coinvolto in un'inchiesta a Roma su presunte fatture gonfiate e cartelle truccate e al centro di polemiche per i suoi numerosi incarichi.

"Aspettiamo un doveroso passo indietro. A prescindere dall'inchiesta in corso, serve un segnale forte di discontinuità", hanno scritto in un comunicato i senatori Laura Cantini, Nadia Ginetti e Mario Morgoni, che fanno anche parte della direzione del Pd.

"L'Inps gestisce centinaia di miliardi di euro degli italiani. Fiducia, trasparenza e sobrietà devono essere garantiti a partire proprio dai vertici dell'ente. L'accumulo di incarichi di Mastrapasqua è in assoluta controtendenza rispetto alle esigenze del Paese", scrivono ancora i senatori, che chiedono anche l'intervento del ministro del Lavoro Enrico Giovannini.

Intanto, sempre oggi, in una nota l'Inps ha smentito la notizia sull'avvio di un audit interno a carico del presidente.

Mastrapasqua è finito al centro delle polemiche per una storia di incarichi multipli e di conflitti di interesse a iniziare dalla posizione di direttore generale dell'Ospedale israelitico di Roma oggetto di una inchiesta della procura della capitale per presunte fatture gonfiate e cartelle truccate.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia