Usa, Obama ammonisce Congresso: pronto ad agire da solo

mercoledì 29 gennaio 2014 09:36
 

WASHINGTON, 29 gennaio (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama ha promesso di bypassare le divisioni del Congresso e di agire da solo per aiutare la middle class americana nel discorso sullo Stato dell'Unione, usato per tentare di portare maggior respiro al suo secondo mandato, dopo un anno problematico.

Parlando alla Camera dei Rappresentanti davanti ai parlamentari, ai giudici della Corte suprema e a ospiti vip, Obama ha dichiarato la sua indipendenza dal Congresso svelando una serie di ordini esecutivi e decisioni, una mossa che probabilmente infiammerà le già tese relazioni tra il presidente democratico e i Repubblicani.

"Sono desideroso di lavorare con tutti voi", ha detto Obama ai parlamentari riuniti per il discorso annuale. "Ma l'America non resta immobile, e neanche lo voglio. Ogni volta che potrò fare passi per migliorare l'opportunità di più famiglie americane, lo farò".

Le decisioni di Obama includono un aumento degli stipendi per i dipendenti federali, la creazione di conti di risparmio per aiutare milioni di pensionati e piani per stabilire nuovi standard di efficienza energetica per i camion.

Obama ha detto di essere stato spinto dall'allargamento del gap tra ricchi e poveri e dal fatto che mentre il mercato finanziario sale, lo stipendio medio è rimasto basso.

"L'ineguaglianza si è approfondita", ha detto Obama. "La mobilità è in stallo. Il fatto è che, anche se siamo nel mezzo della ripresa, molti americani stanno lavorando più che mai solo per tirare avanti. E molti ancora non lavorano affatto".

Obama si è guadagnato un applauso sottolineando in particolare la piaga economica riguardante le donne che - ha sottolineato - rappresentano circa la metà della forza lavoro Usa ma guadagnano ancora 77 cent per ogni dollaro dell'uomo.

"Quest'anno tutti insieme - Congresso, Casa Bianca e Wall Street - lavoriamo per dare ad ogni donna l'opportunità che merita, perché credo fermamente che quando le donne hanno successo, l'America ha successo".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia