28 gennaio 2014 / 17:21 / 4 anni fa

PUNTO 1-Luxottica, ricavi 2013 a 7,3 mld, vede ancora crescita in 2014

(Riscrive con dichiarazioni AD da intervista)

MILANO, 28 gennaio (Reuters) - Luxottica archivia il 2013 con ricavi per oltre 7,3 miliardi di euro e vede il 2014 - alla luce di un avvio “molto promettente” - come un altro anno di crescita.

Il gruppo di Agordo resta attento sul fronte di possibili acquisizioni di piccole-medie dimensioni e si prepara a firmare una nuova licenza “importante”, con l‘attenzione più focalizzata sulla crescita che non sulla distribuzione di un dividendo extra.

“Il 2014 potrebbe essere la naturale evoluzione del 2013”, ha detto in un‘intervista telefonica a Reuters Andrea Guerra, AD del gruppo di occhialeria che oggi ha diffuso i risultati preliminari del 2013, chiuso con ricavi in aumento del 3,2% a cambi correnti e del 7,5% a parità di cambi.

Il manager si è anche detto tranquillo sui paesi emergenti, la cui situazione nei giorni scorsi ha suscitato preoccupazione e depresso i mercati. “A oggi non vediamo alcuna variazione nei consumi interni di questi paesi, ancora oggi guardiamo a questi paesi con grandissimo ottimismo”, ha detto Guerra, ricordando le performance messe a segno nel 2013 da Luxottica in alcuni di questi mercati (a parità di cambi +30% in Brasile, Cina e Turchia, +10% circa in Messico). “La nostra presenza capillare, forte, stabile, solida in tutti questi paesi fa sì che possiamo ogni volta cogliere tutte le opportunità che ci offrono”.

L‘AD ha espresso anche soddisfazione per il risultato dell‘Europa (+11%). “Anche in un‘Europa Mediterranea che sicuramente non brilla da un punto di vista macroeconomico siamo comunque riusciti a portare a casa un +3%, credo che sia un risultato veramente importante”. Positiva anche l‘Italia, in linea con il resto della regione con un +3%.

Le vendite complessive in Nord America sono salite del 3,5% in dollari sostenute in particolare dalla performance della divisione Wholesale.

IN 2014 ATTESA NUOVA IMPORTANTE LICENZA, RINNOVO CHANEL

Per quanto riguarda il portafoglio licenze, “è una gestione sempre dinamica, il 2014 molto probabilmente ci vedrà firmare una nuova licenza importante e probabilmente non rinnoveremo un paio di licenze che abbiamo in portafoglio”. Tra le licenze che verranno rinnovate figura invece Chanel. “Certo che si rinnova”, ha risposto Guerra a una domanda in proposito.

Sul fronte delle acquisizioni l‘ultimo annuncio è stato quello relativo all‘accordo con WellPoint per rilevare glasses.com, un‘operazione “importante che dovrebbe chiudersi a metà febbraio”, ha affermato Guerra.

Luxottica ha più volte ribadito la strategia di valutare opportunità di espansione, soprattutto nei mercati del Sud asiatico e del Sud America, attraverso operazioni di piccole o medie dimensioni.

Messa a segno l‘acquisizione glasses.com, “ne può avanzare una, ne possono avanzare due, noi siamo sempre pronti su quattro-cinque fronti diversi, poi a seconda delle situazioni alcune si accelerano altre si rallentano. I nostri obiettivi sono sempre gli stessi, sono chiari, per cui siamo sempre al lavoro su tutti i fronti”.

Alcuni studi recenti di analisti del settore sottolineano come nel 2014 il gruppo arriverebbe a esaurire la spinta alle acquisizioni e, anche alla luce della buona generazione di cassa, potrebbe valutare un dividendo “speciale”.

“Luxottica è più concentrata sulla crescita che su un dividendo diverso da quello che abbiamo fatto fino a oggi, noi abbiamo sempre dato come dividendo il 50% dei nostri utili, poi comunque non sono io a deciderlo ma sarà il consiglio di amministrazione”, ha risposto Guerra a una domanda sul tema.

OPPORTUNITA’ BOND SEMPRE SUL TAVOLO

Sul fronte del debito, la nota sui risultati evidenzia come il continuo e rigoroso controllo del capitale circolante abbia consentito di realizzare una forte generazione di cassa, che ha conseguentemente ridotto l‘indebitamento netto e rafforzato lo stato patrimoniale.

Luxottica ha incassato la scorsa settimana una promozione da parte di S&P, che ha portato il rating a ‘A-’ citando il rafforzamento del profilo finanziario della società.

Lo scorso luglio il Cda del gruppo ha deliberato di procedere all‘emissione, entro 12 mesi, di un prestito obbligazionario per un importo massimo di 500 milioni di euro.

“L‘opportunità è sempre sul tavolo”, ha affermato Guerra a questo proposito.

(Sabina Suzzi, Isla Binnie)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below