Acqua, serve tariffa che stimoli investimenti - Cremonesi

martedì 28 gennaio 2014 16:00
 

ROMA, 28 gennaio (Reuters) - Acea si augura che la tariffa per l'acqua definita dal nuovo regime consentirà di spingere gli investimenti, mentre il governo, con il sottosegretario alle Infrastrutture Erasmo D'Angelis, dice che con la legge di Stabilità si riusciranno a sbloccare 850 progetti per il settore per un totale di 4,8 miliardi.

L'attività più importante per Acea è proprio quella nel settore idrico, con 8,6 milioni di utenti in Italia e oltre 10 milioni in America Latina, e la società sta aggiornando il suo piano industriale anche per tenere conto del nuovo sistema tariffario che, dopo il periodo transitorio, entrerà a regime da quest'anno.

"Oggi c'è la tariffa provvisoria. Mi auguro che si vada verso un regime che privilegi gli investimenti nel sistema idrico integrato", ha detto il presidente di Acea Giancarlo Cremonesi, che ha citato i dati di Federutility, secondo cui si stima un fabbisogno di investimenti di 60 miliardi nei prossimi 20 anni per adeguare il sistema idrico italiano ai livelli europei.

Sempre nel corso dell'iniziativa sull'acqua di Roma, il sottosegretario D'Angelis ha parlato dell'impegno del governo, previsto con la Legge di Stabilità, per far ripartire gli investimenti nel settore.

"C'è un fondo di garanzia presso la Cassa Conguaglio per sbloccare 4,8 miliardi relativi a 850 progetti. Con questo sistema e la nuova tariffa stiamo sbloccando queste opere", ha detto, ricordando poi che pende sull'Italia il rischio di pesantissime sanzioni dell'Europa per il mancato adeguamento degli impianti di depurazione in molte parti del Paese.

"E' un problema che riguarda tre italiani su dieci", ha detto riferendosi alla popolazione non ancora allacciata a impianti di depurazione a norma.

In assenza di interventi "da fine 2015 abbiamo stimato che arriveranno sanzioni Ue per 800 milioni all'anno e verranno ridotti i fondi europei", ha aggiunto.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia