Borse asiatiche stabili dopo cali di ieri

martedì 28 gennaio 2014 08:58
 

28 gennaio (Reuters) - 
 MSCI ASIA-PAC.                  442,32       -0,05    468,16
 TOKYO                           14.980,16    -0,17    16.291,31
 HONG KONG                       21.977,54    0,01     22.656,92
 SINGAPORE                       3.049,24     0,22     3.167,43
 TAIWAN                              --         --     8.611,51
 SEUL                            1.916,93     0,34     2.011,34
 SHANGHAI COMP                   2.038,51     0,26     2.115,98
 SYDNEY                          5.175,11     -1,26    5.352,21
 MUMBAI                          20.640,38    -0,32    21.170,68
 Le borse asiatiche hanno avuto andamenti stabili, oscilando
intorno allo zero sulla scia delle preoccupazioni per la
crescita in Cina, vista al ribasso, per la politica monetaria
Usa attesa più restrittiva e per alcune oscillazioni di upia e
Lira turca.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, è
stabile a -0,12%.
    L'indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso in
lieve calo dello 0,17% a 14.980,16 punti. 
    Le borse cinesi galleggiano, sorrette dai titoli del settore
bancario acquistati dopo che la banca centrale ha iniettato
nuova liquidità e un fondo fiduciario ha accettato un accordo
che ha evitato il default. L'indice di Shanghai ha
chiuso stabile +0,3% a 2.038,5 punti dopo aver toccato il punto
più basso degli ultimi tre mesi.
    L'indice di HONG KONG poco dopo la metà oscilla intorno a
zero, con Prada che perde l'1,64%. 
    A SINGAPORE la borsa ha voltato al bello dopo tre giorni di
chiusura in perdita: l'indice guadagna 0,2% a 3.048,52
punti.
    TAIWAN rimarrà chiusa fino al 4 febbraio per le festività
del capodanno cinese.
    SEUL ha chiuso in segno positivo dopo aver toccato ieri il
minimo degli ultimi cinque mesi e malgrado siano continuate le
vendite di valuta da parte degli investitori esteri. L'indice
 ha chiuso a +0,3% a 1.916,93 punti recuperando quasi
tutta la perdita dell'1,6% della seduta precedente. I titoli di
Hyundai Motor  hanno guadagnato il 3,1%.
    L'indice indiano ha perso lo 0,6% a causa della
stretta a sorpresa decisa dalla banca centrale indiana che ha
aumentato i tassi dello 0,25% a 8%. L'indice del settore
bancario ha chiuso a 0,8% dopo aver perso fino al 2%
prima di recuperare.
    
   Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
   Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia