Canale Panama, Italia e Spagna spingono soluzione rapida ed equa

lunedì 27 gennaio 2014 16:13
 

ROMA, 27 gennaio (Reuters) - Italia e Spagna spingono per una rapida soluzione delle divergenze tra le autorità panamensi e le società di costruzione sull'allargamento del canale di Panama, secondo il presidente del Consiglio Enrico Letta.

"Consideriamo fondamentale che si riesca a risolvere questa controversia. E' interesse primario di Italia e Spagna che questo avvenga", ha detto Letta nella conferenza stampa in corso a Roma con il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy.

"Ci aspettiamo una soluzione, rapida, giusta ed equa", ha aggiunto.

A fine dicembre il consorzio dei costruttori ha minacciato la sospensione dei lavori a partire dal 21 gennaio nel caso l'Autorità del canale non si faccia carico di 1,6 miliardi di dollari di extra-costi.

Il 21 gennaio il numero uno dell'Autorità del Canale di Panama (Acp), Jorge Quijano, ha annunciato una nuova nuova proposta di finanziamento per garantire la continuazione dei lavori e ha detto che l'ultimatum è stato spostato al 31 gennaio.

Il consorzio Grupo Unidos por el Canal è guidato dalla spagnola Sacyr, con una quota poco superiore a quella di Salini Impregilo. Fanno parte del gruppo anche la belga Jan de Nul e la panamense Constructora Urbana.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia