SCHEDA - I ratio patrimoniali delle 15 banche italiane nell'asset quality review

lunedì 27 gennaio 2014 17:52
 

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Di seguito i ratio
patrimoniali delle principali banche italiane, che saranno
oggetto dell'asset quality review, aggiornati al 30 settembre
2013 : 
    
                               CORE TIER 1      CET1 BASILEA 3
                                                 FULLY PHASED   
     
    UNICREDIT                    11,71%               9,83%
    INTESA SANPAOLO              12,10%              11,20% (1)
    MONTE DEI PASCHI             11,10% (2)            n.a.
    UBI BANCA                    12,50%               >10%
    MEDIOBANCA                   11,50%                n.a.
    BANCO POPOLARE               10,30%           circa 10% (3)
    BANCA POP MILANO              7,25% (4)            n.a.
    BANCA POP EMILIA ROMAGNA      8,43%                >8% 
    CREDITO EMILIANO             10,00%                n.a.
    BANCA CARIGE                  7,70% (5)            n.a.
    CREDITO VALTELLINESE          8,20%                n.a.
    BANCA POP SONDRIO             7,73%                n.a.
    VENETO BANCA                  7,00%               9,50% (6)
    BANCA POP VICENZA             9,00% (7)            n.a.
    ICCREA HOLDING                9,73% (7)            n.a.
    
    NOTE:
    
    (1) Il dato sale all'11,50% considerando gli investimenti
assicurativi come attivi ponderati per il rischio anziché
dedotti dal capitale. 
    (2) Il dato è comprensivo dei Monti bond. La banca ha in
programma un aumento di capitale fino a 3 miliardi di euro. 
    (3) Il dato è comprensivo dell'aumento di capitale da 1,5
miliardi annunciato il 24 gennaio. 
    (4) Il dato è stimato al 14,59% considerando l'aumento di
capitale da 500 milioni già deliberato e l'eliminazione degli
add-on. 
    (5) Dato pro forma inclusivo della cessione della Sgr. Il
Cda dispone di una delega per aumentare il capitale fino a 800
milioni. 
    (6) Obiettivo fissato dal Cda da raggiungere entro il 30
giugno 2014. La banca ha avviato l'iter di conversione di un
bond da 350 milioni che avrà un impatto di circa 135 punti base
sul Common Equity Tier 1. Dalla cessione del 71,4% di Banca
Intermobiliare stima un beneficio di 100 punti base. 
    (7) Dati al 30 giugno 2013
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia