Jp Morgan, stipendio 2013 Ceo Dimon cresce 74% malgrado calo utili

venerdì 24 gennaio 2014 19:51
 

NEW YORK, 24 gennaio (Reuters) - Jamie Dimon, presidente e Ceo di Jp Morgan, ha ottenuto un aumento di stipendio del 74% nel 2013, anno in cui la banca ha sopportato spese legate a contenziosi legali per 20 miliardi di dollari che hanno impattato sui conti.

Secondo quanto si legge in un documento pubblico, Dimon ha ricevuto 20 milioni di dollari, di cui 18,5 milioni in azioni assegnate di recente, a fronte di uno stipendio base di 1,5 milioni.

Nel 2012 Dimon aveva ricevuto 11,5 milioni, la metà di quanto ottenuto nei due anni precedenti e dopo che la banca aveva perso 6,25 miliardi a causa di operazioni su derivati. Prima che queste operazioni venissero a galla nell'aprile del 2012, Dimon aveva parlato di "tempesta in un bicchier d'acqua".

Per il 2013 la maggior parte dei dipendenti di Jp Morgan non ha ottenuto aumenti di stipendio proprio a causa del calo degli utili dovuto alle spese sostenute per i contenziosi legali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia