PUNTO 1-Lch.Clearnet e CC&G riducono margini su titoli Stato Italia

venerdì 24 gennaio 2014 14:03
 

(riscrive, aggiunge dettagli e contesto)

LONDRA/MILANO, 24 gennaio (Reuters) - Lch.Clearnet e Cassa di compensazione e garanzia hanno ridotto i margini su gran parte dei titoli di Stato italiani.

Le due società, facenti capo al London Stock Exchange , garantiscono il buon fine delle transazioni aventi come oggetto i titoli di Stato.

Entrambe ridurranno i margini iniziali richiesti sui titoli con scadenza da zero a tre mesi, tra due e trent'anni e sugli indicizzati.

Le modifiche, si legge nei comunicati delle due clearing house, che lavorano in interoperabilità da più di 10 anni, diventeranno effettive dalla chiusura della seduta del 27 gennaio, e si rifletteranno sulle richieste di margini del 28 gennaio.

L'ultimo intervento di Lch.Clearnet sui margini richiesti per le transazioni garantite da titoli di Stato italiani - cui CC&G si era adeguata - risaliva all'agosto 2012, quando la clearing house britannica li aveva aumentati.

All'epoca lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali, barometro del rischio percepito del debito italiano, sfiorava i 500 punti base.

Ma da allora le tensioni sul debito italiano si sono progressivamente ridotte, e all'inizio di quest'anno, il differenziale è tornato al di sotto dei 200 punti base, al minimo dal luglio 2011, anche se, proprio oggi, in un contesto di rinnovata pressioni sui mercati periferici e emergenti, dopo settimane di rally, il differenziale si è riallargato a quota 230.

"Lo scenario economico e la situazione congiunturale italiana mostrano segni di ripresa con l'arresto della prolungata caduta del Pil ed una ripresa degli investimenti esteri in titoli pubblici italiani", si legge nella nota di CC&G cui viene comunicata la decisione.   Continua...