BORSE EUROPA - Indici contrastati, aiutano dati Francia, Germania

giovedì 23 gennaio 2014 10:56
 

INDICI                          ORE 10,40   VAR %   CHIUS.2013
 EUROSTOXX50                     3153,19     0,06    3019
 FTSEUROFIRST300                 1346,43     -0,05   1316,39
 STOXX BANCHE                    205,36      0,42    194,21
 STOXX OIL&GAS                   339,91      -0,33   335
 STOXX ASSICURAZIONI             230,83      0,08    228,22
 STOXX AUTO                      504,83      0,37    481,95
 STOXX TLC                       305,87      -0,4    297,6
 STOXX TECH                      286,81      -0,41   290,51
    
    LONDRA, 23 gennaio (Reuters) - Avvio contrastato per
l'azionario europeo che compensa, con segnali di ripresa di
alcuni dati dell'attività economica, i dati negativi dall'Asia
dopo i valori inferiori alle attese sulla produzione
manifatturiera cinese.
    L'indice FTSEurofirst 300 cala dello 0,1% a
1.345,86 punti restando sotto i massimi da 5 anni e mezzo
toccati a inizio settimana.
    L'indice flash Markit/HSBC dei direttori acquisti è sceso a
gennaio a 49,6 dal 50,5 di dicembre suggerendo che l'attività
nelle produzioni in Cina si sia contratta per la prima volta in
nei mesi.
    In leggero controtrend l'indice della Borsa di Parigi con il
CAC 40 salito dello 0,1% in avvio, sulla spinta dei dati
che mostrano per gennaio una attività produttiva in Francia
migliore delle attese. L'indice Markit per il settore dei
servizi è salito a 48,6 da 47,8 di dicembre, meglio delle attese
degli economisti che avevano indicato un'aspettativa di
incremento del 48,1. Bene i dati sull'attività del settore
privato in Germania.
    Tra le singole piazze il Dax arretra dello 0,22%, a Londra
il FTSE perde lo 0,14% mentre è in positivo l'indice della Borsa
di Madrid, con l'IBEX che sale dello 0,23%.

    Tra i titoli in evidenza:
    La svizzera Logitech sale del 12% con volumi
sostenuti dopo una trimestrale migliore delle atteseche sta
spingendo le ricoperture. Il titolo è tra i più venduti allo
scoperto sul mercato svizzero.
    
    A Londra, tra le mid cap, Henry Boot sal del 4,3%
guidando il settore, dopo che il gruppo immobiliare ha detto che
i suoi profitti 2013 pre tase saranno del 10% più elevati di
quanto atteso in precedenza.
    
    In Spagna sale il Banco de Sabadell, tra i
maggiori rialzi dell'indice europeo, dopo aver detto che i suoi
profitti sono triplicati grazie a minori perdite sulle attività
immobiliari e ai guadagni fatti nel trading obbligazionario.
    
    L'editore britannico Pearson guida invece i
ribassi, in calo del 6,4%, dopo un profit warning per il 2013
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia