Zona euro, crescita più robusta in gennaio per settore privato-Pmi

giovedì 23 gennaio 2014 10:24
 

LONDRA, 23 gennaio (Reuters) - Parte bene, meglio delle attese, il 2014 per il settore privato della zona euro, con una crescita più robusta in tutta l'area, pur con l'eccezione della Francia.

L'indice Pmi composito preliminare di gennaio della zona euro è salito a 53,2 punti dai 52,1 del mese scorso: un dato ampiamente in area di crescita (sopra quota 50), superiore alle attese (fissate a 52,2) e ai massimi dalla metà del 2011.

"Si spera che il miglioramento che stiamo vedendo in Germania e nel resto della regione (...) aiuti anche la Francia ad uscire dalla sua attuale situazione di malessere" commenta Chris Williamson, capo economista di Markit, la società che elabora il rapporto.

Il Pmi preliminare francese di gennaio, già diffuso in mattinata, ha registrato ancora una lettura in contrazione , mentre quello tedesco è risultato in rialzo ai massimi da 31 mesi.

L'economista di Markit spiega che, con Pmi in tenuta a questi livelli, l'economia della zona euro si avvierebbe ad una crescita dello 0,3-0,4% nel primo trimestre del 2014.

Il preliminare dell'indice Pmi servizi della zona euro si è attestato ai massimi da quattro mesi, a 51,9 punti dai 51,0 di dicembre, oltre le attese degli economisti fissate a 51,4.

Il Pmi manifatturiero è invece salito ai massimi dal maggio del 2011, a 53,9 da 52,7 di dicembre: anche in questo caso una lettura superiore alle attese, poste a quota 53,0.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia