UnipolSai, cessione asset a Allianz rispetta dettami Antitrust - Cerchiai

mercoledì 22 gennaio 2014 19:17
 

BRESCIA, 22 gennaio (Reuters) - La cessione degli asset assicurativi di UnipolSai ad Allianz, anche se di dimensioni più contenute rispetto a quelle richieste originariamente dall'Antitrust, sarebbe in grado di permettere al gruppo bolognese di rispettare le prescrizioni dell'autorità sulle soglie di mercato.

Lo ha detto il presidente di UnipolSai, Fabio Cerchiai, a margine di un evento a Brescia per commemorare il banchiere Corrado Faissola scomparso nel 2012.

"Non abbiamo ricevuto note dall'Antitrust", ha risposto Cerchiai a chi gli chiedeva se l'eventuale cessione di un portafoglio premi di 1,2 miliardi per il quale sono in corso trattative in esclusiva con Allianz, anche se inferiore agli 1,7 miliardi richiesti, potrà consentire a UnipolSai di scendere sotto la soglia del 30% di quote di mercato su base nazionale e provinciale.

"Secondo le nostre valutazioni che abbiamo fatto credo di sì", ha detto Cerchiai sul tema spiegando che rispetto ai calcoli fatti dall'Antitrust quando ha dato il via libera alla fusione con Fonsai "il mercato si è evoluto nel frattempo" e il "portafoglio (premi) è sceso".

Dopo il via libera, ieri sera, dei Cda di Unipol Gruppo Finanziario e UnipolSai alle trattative in esclusiva con Allianz, l'intenzione delle parti è di chiudere l'accordo entro il 15 marzo prossimo.

Cerchiai non ha voluto commentare sul possibile prezzo di cessione limitandosi a dire che è oggetto di negoziazioni. Indiscrezioni stampa parlano di una valutazione, in base ai multipli di mercato, intorno a 500 milioni di euro.

(Andrea Mandalà)

  Continua...