Alitalia, piano esubero confermato a quota 1.900- fonte

mercoledì 22 gennaio 2014 17:01
 

ROMA, 22 gennaio (Reuters) - Nell'incontro odierno con le organizzazioni sindacali i vertici di Alitalia hanno confermato l'esigenza di ridurre il costo del lavoro, senza licenziamenti, ma con interventi che riguarderanno 1.900 persone.

E' quanto ha riferito una fonte sindacale presente alla riunione a Fiumicino.

"Gli esuberi sono 1.900 ma non ci saranno licenziamenti, ma per affrontare il problema si ricorrerà agli ammortizzatori sociali", ha detto la fonte.

La compagnia aerea vuole ridurre il costo del lavoro di 128 milioni come ha annunciato il 10 dicembre ai sindacati nel primo incontro sul programma di sviluppo. L'obiettivo è mettere a punto una struttura dei costi, anche bancari, per dare equilibrio all'azienda e facilitare la trattativa con Etihad per l'ingresso nel capitale della compagnia aerea degli Emirati.

Ogg si è discusso di come e per quanto utilizzare gli ammortizzatori.

Ieri il ministro delle Infrastrutture e Trasporti ha informato i sindacati di aver dato il via libera al rifinanziamento del Fondo volo, attraverso un contributo sui biglietti così da consentire anche per i prossimi due anni il pagamento dell'integrazione alla cig per piloti e assistenti di volo oggi a carico del sistema degli ammortizzatori sociali.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia