Governo esaminerà bozza vendita Poste venerdì, fino 6 mld da 40%-fonti

mercoledì 22 gennaio 2014 16:36
 

ROMA, 22 gennaio (Reuters) - Il governo italiano esaminerà al Consiglio dei ministri in agenda per venerdì pomeriggio la cessione di una quota di minoranza di Poste Italiane spa, una delle dismissioni che dovrebbero essere realizzate entro l'anno per ridurre il debito.

Lo riferiscono tre fonti governative.

L'esecutivo ha fatto sapere di voler cedere fino al 40% dell'intero gruppo e una fonte dell'esecutivo ha detto che potrebbe ricavare fino a 6 miliardi di euro.

"Pare che il Decreto della presidenza del consiglio dei ministri (Dpcm) vada venerdì", ha detto una delle persone vicine alla situazione, con la quale ha parlato Reuters.

"Il governo sta spingendo molto sulla cessione di Poste ed entro il fine settimana potrebbe esaminare il provvedimento", ha detto una seconda fonte mentre una terza ha precisato che il Cdm è in calendario per venerdì pomeriggio.

L'unica valutazione pubblica di Poste risale al 2010 e valuta il gruppo guidata da Massimo Sarmi 9,4 miliardi di euro.

(Valentina Consiglio, Alberto Sisto, Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia