PUNTO 3-Ue, Commissione propone taglio emissioni del 40% entro 2030

mercoledì 22 gennaio 2014 18:02
 

* Rinnovabili al 27%, ma non più target nazionale

* Critiche dei gruppi ambientalisti (Aggiunge commento Confindustria)

BRUXELLES, 22 gennaio (Reuters) - La Commissione europea ha ridotto le sue ambizioni energetiche e climatiche a lungo termine, proponendo obiettivi meno stringenti rispetto al passato come riflesso delle peggiorate condizioni economiche e della necessità di mettere un freno ai crescenti costi energetici.

L'esecutivo di Bruxelles ha proposto un unico obiettivo vincolante per i governi europei: il taglio del 40% delle emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030.

Questo target è due volte superiore a quello che era stato fissato per il 2020 (-20%), ma inferiore a quanto alcuni scienziati ed ambientalisti ritengono necessario per evitare i peggiori effetti del cambiamento climatico.

"Quello che presentiamo oggi è un piano sia ambizioso che abbordabile", ha detto il presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso presentando il piano a Bruxelles.

La strategia della Commissione riflette un nuovo senso di pragmatismo, vista la crescita europea lenta e la diminuzione dell'impegno sul clima anche dei più grossi partner commerciali dell'Ue come Stati Uniti, Giappone e Canada.

RIDOTTO TARGET SU RINNOVABILI   Continua...