BORSE ASIA-PACIFICO-Indici in calo su timori crescita Cina

giovedì 23 gennaio 2014 08:32
 

INDICE                        ORE  8,25    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        454,16    -1,24       468,16
 TOKYO                         15.695,89    -0,79    16.291,31
 HONG KONG                     22.755,98    -1,41    22.656,92
 SINGAPORE                      3.104,40    -0,94     3.167,43
 TAIWAN                         8.595,10    -0,35     8.611,51
 SEUL                           1.947,59    -1,16     2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.042,18    -0,47     2.115,98
 SYDNEY                         5.262,99    -1,07     5.352,21
 MUMBAI                        21.354,63     0,08    21.170,68
 
    ROMA, 23 gennaio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico hanno subìto
un calo oggi dopo la diffusione del dato sulla manifattura cinese
sorprendentemente basso, mentre si è indebolito il dollaro australiano, capro
espiatorio quando l'attività del gigante asiatico delude.
    Il Markit/Hsbc Purchasing Managers' Index (Pmi) flash è sceso a 49,6 a
gennaio da 50,5 di dicembre, suggerendo che il lieve rallentamento alla fine del
2013 sia proseguito con il nuovo anno.    
    A TOKYO l'indice Nikkei, sulla scia del dato cinese, ha chiuso in calo di
125,07 punti, a 15.695,89 punti, dopo essere salito a 15.958,58, il livello più
alto da due settimane e vicino ai 16.000 punti superati la scorsa settimana per
la prima volta in sei anni.
    Intorno alle 8,25 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, scende dell'1,23%. Il Nikkei 
ha archiviato la seduta con un calo dello 0,8%.
    Le borse cinesi oggi si lasciano alle spalle i massimi da due settimane,
spinte in basso dal settore finanziario dopo il survey preliminare sul
manifatturiero.
    SHANGHAI ha chiuso in calo dello 0,5% a 2.231,9 punti, dopo che ieri aveva
registrato la chiusura migliore dal 3 gennaio.
    A HONG KONG l'azionario ha registrato il calo maggiore della settimana.
Prada perde lo 0,97%.
    In calo di oltre l'1% SEUL, dopo avere realizzato guadagni nelle tre
precedenti sedute.
    Scendono anche TAIWAN e SINGAPORE, dove però viaggia in controtendenza
Keppel Land Ltd, braccio di Keppel Group nel settore immobiliare, le
cui azioni hanno guadagnato il 2,5% vicino ai massimi da tre settimane.
    A MUMBAI indici sostanzialmente piatti dopo la chiusura record di ieri.
    SYDNEY scende dell'1,1% circa, estendendo le perdite registrate dopo la
diffusione del dato cinese.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia