PUNTO 2-Finmeccanica conferma deconsolidamento trasporti - Pansa

martedì 21 gennaio 2014 18:31
 

* Azienda impegnata per "collocamento adeguato" di Ansaldo Sts e Breda

* Sindacati insistono per cessione unitaria a Cdp, non a stranieri

* Sulle speculazioni sulle trattative per la cessione titolo oggi +3,51% (Aggiunge incontro con i sindacati)

ROMA, 21 gennaio (Reuters) - Finmeccanica intende proseguire nel progetto di deconsolidamento di Ansaldo Sts e Ansaldo Breda, le due società del settore trasporti, così come ha già fatto per il settore energia.

Lo ha detto l'amministratore delegato Alessandro Pansa nel corso di una audizione in commissione Attività produttive della Camera.

Dopo avere detto che il piano strategico del gruppo elaborato a partire dal febbraio scorso prevedeva "il riassetto del portafoglio delle attività", Pansa ha ricordato come è stato deconsolidato il settore energia (Ansaldo Energia ceduta a Fsi) e che ora "lo stesso vale per il settore trasporti".

"Siamo convinti che il settore trasporti deve trovare un collocamento più adeguato di quello che ha oggi in Finmeccanica", ha aggiunto l'Ad.

Il settore, ha detto Pansa, ha "bisogno di investimenti significativi che non hanno livelli di sinergia con il resto dei settori del gruppo" che assorbono gli investimenti dell'azienda.

L'Ad ha detto che, mentre Ansaldo Sts ha buoni livelli di redditività, così non è per Ansaldo Breda, per la quale è "evidente la necessità che o si individua una collocazione diversa o non è sostenibile".   Continua...