Borsa Milano prosegue positiva, strappa Finmeccanica, giù Saipem

martedì 21 gennaio 2014 12:06
 

MILANO, 21 gennaio (Reuters) - Piazza Affari è in buon rialzo nella tarda mattina, in linea con gli altri mercati europei che risentono dell'iniezione di liquidità da parte della banca centrale cinese.

Un trader parla di rotazione settoriale che dalle banche si sta riversando verso altri comparti come Finmeccanica, Fiat e le utility.

Intorno alle 12,00, l'indice FTSE Mib guadagna lo 0,53%, l'Allshare avanza dello 0,49%, mentre in Europa il FTSEurofirst 300 sale dello 0,32%.

In gran spolvero FINMECCANICA che balza del 4,5% poco sotto i massimi dell'anno e volumi oltre la media nel giorno dell'audizione dell'Ad, Alessandro Pansa, alla Camera per discutere del piano di dismissioni. Un trader, che cita alla base del balzo anche l'upgrade di Morgan Stanley ieri a EQUAL-WEIGHT da UNDERWEIGHT e prezzo obiettivo 6 euro, sottolinea che "il mercato si attende novità sul fronte dismissioni oggi".

A dare mano forte al titolo anche il report di Intermonte che "conferma la view positiva sul titolo: il 2014 sarà l'ultimo anno di ristrutturazione del gruppo Finmeccanica". Corre anche la controllata ANSALDO STS (+2,2%) sempre sull'ipotesi di una sua cessione.

Sempre positivo il lusso con LUXOTTICA e TOD'S sugli scudi. Sul primo Jp Morgan ha alzato il prezzo obiettivo a 41 euro da 40 con raccomandazione NEUTRAL.

La raffica di rating negativi annunciati oggi pesa su MONCLER che cede il 5,7% A 13,72 euro. Hsbc ha avviato la raccomandazione sul titolo con UNDERWEIGHT e prezzo obiettivo a 13 euro. Jp Morgan ha avviato la copertura con NEUTRAL e prezzo obiettivo a 13,5 euro. Per Ubs è SELL con prezzo obiettivo a 12 euro, Exane Bnp valuta il titolo UNDERPERFORM e prezzo obiettivo a 12,7 euro. Infine, Goldman Sachs ha avviato la copertura con NEUTRAL e prezzo obiettivo 15 euro.

SAIPEM cede il 2,9% fra prese di beneficio dopo i recenti rialzi del titolo. Oggi in un'intervista al Corriere della Sera, l'AD Umberto Vergine ha detto che non ci sono novità sull'ipotesi di nuovi contratti in arrivo per la società di ingegneristica e costruzioni controllata da Eni, come speculava il mercato da alcune sedute.

Nel settore bancario prosegue il momento negativo di POP MILANO, in calo del 2,2% nel giorno del Consiglio per l'insediamento di Castagna con il mercato he ragiona sul prossimo aumento di capitale da 500 milioni.   Continua...