BORSE ASIA-PACIFICO-Indici positivi su calo tassi mercato Cina, yen debole

martedì 21 gennaio 2014 08:40
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        459,10     0,51       468,16
 TOKYO                         15.795,96     0,99    16.291,31
 HONG KONG                     23.062,59     0,58    22.656,92
 SINGAPORE                      3.137,46     0,28     3.167,43
 TAIWAN                         8.599,90    -0,25     8.611,51
 SEUL                           1.963,89     0,52     2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.008,31     0,86     2.115,98
 SYDNEY                         5.331,46     0,69     5.352,21
 MUMBAI                        21.255,31     0,24    21.170,68
            
    ROMA, 21 gennaio (Reuters) - Balzo in avanti delle borse dell'area
Asia-Pacifico, con gli indici giapponesi che hanno recuperato e grazie
all'abbassamento dei tassi di mercato cinesi.
    A TOKYO il calo dello yen ha favorito la corsa del Nikkei che è
arrivato a guadagnare l'1,5% e ha trascinato i mercati da Seul a Singapore.
     Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, scende dello 0,51%. Il Nikkei 
ha archiviato la seduta con un aumento dello 0,99%.
    Le borse cinesi si lasciano alle spalle i minimi da sei mesi grazie
all'allentamento dei tassi di mercato dopo l'iniezione di liquidità decisa dalla
Banca centrale cinese, e all'orientamento incoraggiante sugli utili diffuso da
diverse società in vista della stagione dei risultati che inizia a marzo.
    A HONG KONG Prada lascia sul terreno lo 0,41%.
    SHANGHAI ha chiuso in rialzo dello 0,9% sopra i 2.000 punti, dopo che ieri
aveva chiuso sotto questa soglia per la prima volta da cinque mesi e mezzo.
    In rialzo anche SINGAPORE, SEUL con il livello più alto di chiusura da quasi
tre settimane, e MUMBAI.
    In controtendenza TAIWAN, dove pesano le vendite su Mediatek sul
timore che le vendite del chip designer abbiano raggiunto il livello massimo.
    SYDNEY ha chiuso in rialzo dello 0,7%, con i bancari che hanno guidato
l'indice ai massimi da due settimane dopo contrattazioni incostanti nella
mattinata, anche se la seduta è stata sottotono per la chiusura di Wall Street
in occasione del Martin Luther King.
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia