PUNTO 1-Amianto, a giudizio G. Pesenti e altri 7 per morte operai 'Franco Tosi'

venerdì 17 gennaio 2014 17:28
 

(Aggiunge commento difesa Pesenti)

MILANO, 17 gennaio (Reuters) - Il gup di Milano ha rinviato a giudizio otto ex manager della Franco Tosi, tra cui il presidente di Italcementi Giampiero Pesenti, nell'ambito di un'inchiesta sulla morte di diversi operai ammalatisi dopo aver lavorato in fabbrica tra gli anni Settanta e Novanta.

E' quanto hanno riferito fonti giudiziarie.

Le accuse sono di omicidio colposo e lesioni colpose in relazione a una trentina di decessi di operai della Franco Tosi di Legnano, un impianto di turbine, per mesotelioma. Gli ex dirigenti dell'azienda avrebbero violato le norme per la "prevenzione di infortuni sul lavoro e malattie professionali".

Pesenti - che si dice certo di poter dimostrare la propria estraneità ai fatti - è stato componente del comitato esecutivo dell'azienda dal marzo del 1973 all'aprile del 1980.

Il processo inizierà il 20 marzo davanti ai giudici della quinta sezione penale.

"La Franco Tosi non produceva amianto. Il materiale era presente nei dispositivi di protezione personale per i lavoratori impegnati nei processi di fusione metallurgica", spiega in una nota il collegio di difesa di Pesenti, precisando che l'ingegner Pesenti "non ha mai ricoperto in Franco Tosi alcuna carica operativa".

"L'azienda e alcuni manager erano già stati interessati da una indagine della Procura di Milano che si concluse nel 2007 con il proscioglimento da parte del gup", continua il comunicato. "Nella certezza di poter dimostrare la totale estraneità ai fatti contestati, abbiamo fiducia nell'opera della giustizia".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia