Borsa Usa incerta, male Intel e GE, sale Morgan Stanley

venerdì 17 gennaio 2014 17:13
 

NEW YORK, 17 gennaio (Reuters) - Seduta incerta per la borsa Usa, dove le ultime trimestrali offrono spunti contrastanti e i cali di Intel e General Electric si contrappongono ai progressi di American Express e Morgan Stanley.

Intel lascia sul terreno il 3,6% dopo che ieri sera il gruppo di semiconduttori ha annunciato utili del quarto trimestre leggermente sotto le attese e previsioni poco brillanti per i ricavi del primo trimestre.

Lettera anche su General Electric, -2,6% nonostante una crescita dei ricavi lievemente migliore delle aspettative.

Sul fronte positivo American Express balza del 6% circa grazie alla forza dei risultati trimestrali comunicati ieri sera.

Per Morgan Stanley il rialzo è nell'ordine del 4%. La banca ha accusato un forte calo dei profitti del quarto trimestre a causa di spese legali, ma in termini "adjusted" gli utili sono risultati sopra le stime.

"Il mercato al momento è frustrato, non ci sono motivi per spingere al rialzo", commenta Ken Polcari di O'Neil Securities a New York. "Ci sono risultati misti e anche nel caso di quelli che si rivelano più forti, la gente ne approfitta per utilizzarli come fonte di liquidità e togliere un po' di soldi dal tavolo".

Intorno alle 17 italiane il Dow Jones guadagna lo 0,2%, l'S&P 500 cede lo 0,15% e il Nasdaq arretra dello 0,2%.

Tra gli altri titoli in calo del 2% United Parcel Service e di quasi il 3% Con-Way dopo le prospettive dei due gruppi sul quarto trimestre.

Mette invece a segno un progresso del 14% NII Holdings , che fornisce servizi telefonici sotto il marchio Nextel in America Latina, dopo l'annuncio di un accordo per offrire l'iPhone di Apple ai clienti in Brasile.   Continua...