15 gennaio 2014 / 16:08 / tra 4 anni

SINTESI-Unicredit sfrutta finestra mercato, già emessi 3,25 mld in 2014

(accorpa take, cambia titolo, attacco, aggiunge contesto)

LONDRA/MILANO, 15 gennaio (Reuters) - Unicredit approfitta della finestra favorevole che si è aperta sul mercato obbligazionario in questo scorcio iniziale di 2014 per emettere oltre 3 miliardi di euro di nuova carta, circa il 10% dell‘importo totale dei bond wholesale della banca in scadenza nel corso di quest‘anno.

Dopo il bond senior a 7 anni collocato il 7 gennaio per 1,25 miliardi e il covered decennale della controllata Bank Austria da 500 milioni dell‘altro ieri , Unicredit ha lanciato stamane una nuova obbligazione garantita in due tranche, per complessivi 1,5 miliardi di euro: in tutto già 3,25 miliardi di euro di carta piazzata sul mercato dal ritorno dalle festività.

Secondo calcoli Reuters il 2014 sarà un anno particolarmente ricco di scadenze obbligazionarie per Unicredit, con bond da rimborsare per oltre 47 miliardi di euro sui circa 240 complessivi della banca attualmente in circolazione. Anzi al momento, con quasi il 20% del totale, il 2014 si presenta come l‘anno più denso di scadenze per Unicredit.

“Di questi 47 miliardi 30-35 sono bond collocati sul mercato, il resto strumenti collocati alla clientela retail” precisa un analista bancario da Londra.

“Comunque sì, Unicredit ha scadenze importanti quest‘anno, ma non lo vedo come un problema, c‘è liquidità abbondante per tutti sul mercato; e quelle di quest‘anno non sono poi tanto diverse da quelle dell‘anno scorso” aggiunge l‘analista.

COVERED BOND IN DUE TRANCHE

Il covered bond emesso oggi prevede una tranche a 3 anni a tasso variabile, dell‘importo di 500 milioni, e una decennale a tasso fisso, da 1 miliardo di euro.

Buona la risposta degli investitori con richieste complessive che hanno superato i 4 miliardi di euro, secondo i dati riportati dal servizio Ifr di Thomson Reuters.

“L‘operazione è andata bene, si sono coperti con facilità gli importi desiderati” afferma un dealer coinvolto nell‘operazione. “L‘attività di raccolta istituzionale per i market champion, anche dell‘area periferica, è sempre agevole, e in particolare in questo momento”.

Le due tranche sono state prezzate entrambe sotto la guidance indicata inizialmente questa mattina, a riprova dell‘accoglienza positiva riservata al collocamento .

La tranche breve, al gennaio 2017, ha un rendimento pari a 57 punti base sopra l‘euribor a 3 mesi; quella lunga, al gennaio 2024 con cedola del 3%, ha un rendimento finale del 3,107%, corrispondente ad uno spread di 98 punti base sopra il tasso midswap.

(Giulio Piovaccari)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below