Bpm estende termini per conciliazione convertendo, non vede oneri aggiuntivi

lunedì 30 giugno 2014 19:57
 

MILANO, 30 giugno (Reuters) - Popolare Milano ha esteso, in accordo con Adiconsum, Adoc e Federconsumatori, i termini per la presentazione delle domande di ammissione della clientela retail alla procedura di conciliazione paritetica sul bond Convertendo 2009-2013 6,75% e ha stabilito la possibilità di accesso, se ricorrono determinate condizioni, anche per gli azionisti della banca.

Le domande di accesso potranno essere presentate a partire dal 14 settembre di quest'anno fino al 30 settembre 2015, dice una nota sottolineando che l'onere economico a carico di Pop Milano derivante dalla proroga e dall'estensione della procedura consiliativa trova copertura nel residuo del fondo già accantonato nel 2013.

Restano esclusi dalla procedura gli investitori istituzionali e/o professionali, chi ha sottoscritto autonomamente titoli del convertendo esclusivamente tramite internet e gli azionisti che non sono stati destinatari di alcuna sollecitazione all'investimento da parte del personale delle banche commerciali del gruppo.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia