Unipol, Cimbri risorsa chiave gruppo, scelta tra cariche secondaria -Stefanini

giovedì 4 dicembre 2014 15:17
 

FIRENZE, 4 dicembre (Reuters) - Il presidente di Unipol Pierluigi Stefanini ritiene l'AD Carlo Cimbri una risorsa per il gruppo e considera secondario come saranno articolate le sue funzioni a seguito della scelta, che il manager stesso dovrà compiere entro giugno prossimo, tra le cariche nella capogruppo e in UnipolSai.

"Carlo Cimbri è una risorsa chiave del nostro gruppo, è il manager qualificato, forte, capace di condurre bene, come si è visto dai risultati, la crescita del nostro gruppo, e che continuerà a farlo. Come si articoleranno le funzioni, francamente lo considero un aspetto secondario", ha detto Stefanini a margine di un convegno a Firenze.

L'Ivass ha concesso a Cimbri, attualmente AD sia di Unipol sia di UnipolSai, diciotto mesi di tempo dal momento dell'efficacia dell'integrazione con il gruppo Fonsai, avvenuta a gennaio 2014, in quale delle due compagnie mantenere un ruolo esecutivo.

Sull'evoluzione dell'azionariato di Unipol a seguito del possibile scioglimento della holding Finsoe, che fa riferimento al mondo delle coop, Stefanini ha rinviato ogni valutazione agli azionisti.

"Lo decideranno gli azionisti che fanno parte attualmente della società Finsoe e quindi sarà nella loro disponibilità e possibilità individuare quali nuove strade definire e quali nuovi assetti andranno a stabilire", ha detto.

L'1 dicembre il Cda di Finsoe ha deciso di avviare uno studio di fattibilità per l'eventuale scioglimento della holding e la contestuale definizione di un patto di sindacato tra gli attuali soci con oggetto le azioni di Unipol.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia