BORSE EUROPA - Indici continuano discesa, male auto e banche

lunedì 31 agosto 2009 16:57
 

                               indici              chiusura
                             alle 16,40    var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.780,41    -0,83    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        972,23    -0,65      831,97
DJ Stoxx banche          232,07    -1,26      149,51
DJ Stoxx oil&gas         299,51    -0,66      264,50
DJ Stoxx tech            183,51    -0,59      152,86
---------------------------------------------------------------
  MILANO, 31 agosto (Reuters) - Le borse europee continuano
nel pomeriggio la giornata negativa. Dopo una mattinata in calo
nella scia del crollo cinese, la situazine non migliora dopo
l'apertura di Wall Street, che perde più di un punto
percentuale.
 Il listino di Shanghai .SSEC ha chiuso con un calo di
oltre 6% e l'indice nel corso della seduta è scivolato al di
sotto della media mobile a 125 giorni, vista da molti
investitori giapponesi come la soglia cruciale tra un mercato
ribassista e un mercato rialzista.
 "Il calo della Cina ha un impatto significativo e c'è ancora
del potenziale al ribasso per gli stock sopravvalutati", dice
Gido Giuseppa D'Amato, staregist di Lang & Schwarz.
 La borsa di Londra oggi è chiusa per summer bank holiday.
 Unico comparto positivo in Europa è quello alimentare
 trainato da Heineken (HEIN.AS: Quotazione) che segna +1,35% dopo i
buoni risultati della settimana scorsa e un aumento di target
price da parte di Exane.
 Male invece auto e banche che perdono oltre l'1%.
 Intorno alle 16,50 l'indice europeo FTSEurofirst cede lo
0,65%. Il tedesco Dax .GDAXI perde l'0,76%  e l'indice
francese Cac 40 .FCHI lo 0,85%.
 
 Tra i titoli in evidenza:


 * L'OREAL (OREP.PA: Quotazione) cede intorno al 2% nonostante Chevreux
abbia alzato il target price a 76 da 67 euro e portato il
giudizio a "overperform", sulla scia del buon risultato
riportato dalla big della cosmesi la scorsa settimana.
 
 * DEUTSCHE POST (DPWGn.DE: Quotazione) cede il 2%, tra i titoli peggiori
a Francoforte dopo che il Ceo Juergen Gerdes, a capo del settore
spedizioni, ha sottolineato la necessità di tagliare i costi per
evitare perdite nel lungo termine. Commerzbank ha abbassato il
giudizio a "hold" da "add".


* In calo anche le banche  con le irlandesi Bank of
Irland (BKIR.I: Quotazione) e Allied Irish Bank (ALBK.I: Quotazione) a guidare i
ribassi, dopo che ieri il governo irlandese si è opposto alla
nazionalizzazione dei due istituti di credito.
     
 * MCINERY MCI.I cede l'8% dopo aver avuto un'iniezione di
denaro fresco da parte delle banche creditrici, mostrando una
forte debolezza.