Borse europee viste in calo sulla scia delle materie prime

lunedì 31 agosto 2009 07:44
 

PARIGI, 31 agosto (Reuters) - Le borse europee sono viste in calo in avvio sulle scia dei prezzi delle materie prime, ma i volumi scambiati risentiranno della chiusura della borsa di Londra (Bank Holiday).

Gli investitori tengono d'occhio il Giappone, dove la netta vittoria del Partito Democratico ha fatto salire lo yen. Il Nikkei .N225 è in lieve calo, dopo aver toccato il massimo da 11 mesi nel corso della seduta a 10.767,00 punti.

I bookmaker finanziari a Francoforte prevedono che il DAX .GDAXI ceda in avvio 34 punti e a Parigi il CAC-40 .FCHI è visto in calo di 21 punti.

In netto calo i listini cinesi, con Shanghai .SSEC che cede di oltre il 5%, al minimo da tre mesi, che potrebbe portare a un calo di oltre il 20% per il mese di agosto dopo sette mesi consecutivi di rialzi.

Il greggio scambia intorno ai 72 dollari al barile e crollano i prezzi dei minerari su rinnovati timori per i tempi della ripresa globale.,

In Europa il FTSEurofirst 300 .FTEU3 venerdì ha concluso in progresso dell'1% toccando il massimo da 10 mesi, sostenuto dai titoli tech come Nokia NOK1V.HE, dopo che Intel (INTC.O: Quotazione) ha rivisto in positivo il suo outlook per il terzo trimestre e Dell DELL.O ha riportato risultati superiori alle attese. L'indice è impostato per concludere il mese con un +5,3% ed è salito del 42% dal minimo registrato a marzo 2009.