BORSE EUROPA - Indici negativi con WS, tengono i farmaceutici

venerdì 30 ottobre 2009 16:25
 

                               indici              chiusura
                            alle  16,05     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.791,92    -1,16    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        990,73    -0,68      831,97
DJ Stoxx banche          226,38    -0,58      149,51
DJ Stoxx oil&gas         314,72    -1,42      264,50
DJ Stoxx tech            178,59    -0,87      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 30 ottobre (Reuters) - Le borse europee vengono
interessate dalle vendite nel pomeriggio, depresse
dall'andamento negativo di Wall Street.
 Tra i più colpiti i titoli legati alle materie prime, come
il petrolio e i metalli, a causa del calo dei prezzi.
 Flessioni superiori al punto percentuale per i petroliferi
come BG Group BG.L, BP (BP.L: Quotazione), Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione) e
Total (TOTF.PA: Quotazione).
 Intorno alle 16 l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,7%, il Dj Stoxx .STOXX dello 0,6%.
 Sui singoli mercati il Ftse 100 .FTSE perde lo 0,46%, il
Cac-40 .FCHI l'1,2% e il Dax tedesco .GDAXI l'1,08%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Si arrendono alla lettera anche i bancari  ma
resiste LLOYDS BANKING GROUP (LLOY.L: Quotazione). L'istituto britannico
trae beneficio dal progetto di aumento di capitale in
alternativa allo schema sostenuto dal governo di garanzia delle
sofferenze. Credit Suisse ed Exane BNP Paribas hanno migliorato
i giudizi.
 * Peggiora, arrivando a perdere oltre l'11%, ALCATEL
ALUA.PA, dopo l'ennesima perdita trimestrale anche se ha
confermato le stime per il 2009. Un analista di Bernstein
riferisce di una "top line deludente su anno a cambi costanti,
che riflette la debolezza ciclica del settore vista in questo
trimestre".
 * Per contro si mettono in luce i farmaceutici  dopo
che SANOFI-AVENTIS (SASY.PA: Quotazione) ha migliorato l'outlook per il 2009
grazie al positivo andamento delle vendite del vaccino contro
l'influenza H1N1.