BORSE EUROPA - Indici positivi su farmaceutici, giù Dexia

venerdì 30 gennaio 2009 09:58
 

                                indici              chiusura
                              alle 9,50    var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.270,41     +0,04    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        801,04     +0,57      831,97
DJ Stoxx banche          135,94     +0,31      149,51
DJ Stoxx oil&gas         274,72     +0,39      264,50
DJ Stoxx tech            152,14     +0,03      152,86
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 30 gennaio (Reuters) - Le borse europee avanzano
incerte in territorio positivo, nonostante la chiusura in rosso
di Wall Street e Tokyo, sulla scia dei farmaceutici e della
ripresa di BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) in seguito a un accordo con il
governo belga e FORTIS FOR.BR.
 Banche e assicurativi restano tuttavia generalmente negativi
dopo le stime di DEXIA (DEXI.BR: Quotazione) su una perdita nel 2008, mentre
Jp Morgan ha previsto altri 34 miliardi di euro di svalutazioni
per le banche tedesche.
 A influenzare i mercati arriverà oggi un'ondata di dati
macroeconomici, che permetteranno di monitorare lo stato della
crisi, tra cui le stime sul Pil americano nel quarto trimestre.
 In mattinata l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
risale di oltre lo 0,5%, dopo aver perso a gennaio il 4,3%,
mentre Tokyo .N225 ha chiuso la seduta in calo del 3,12%.
 Tra i singoli listini l'indice Ftse 100 britannico .FTSE
sale dello 0,85%, il tedesco Dax .GDAXI dello 0,42% e il
francese CAC .FCHI dello 0,53%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) sale di oltre il 5% dopo l'accordo
con il governo belga e il gruppo finanziario FORTIS FOR.BR su
alcune revisioni relative allo smembramento di quest'ultimo, nel
tentativo di convincere gli investitori ad accettare
l'operazione.
 * DEXIA (DEXI.BR: Quotazione) perde oltre il 3,5% sulle stime di una
perdita netta nel 2008 di 3 miliardi di euro, di cui 2,3
miliardi di rosso nel quarto trimestre. Il gruppo finanziario
franco-belga stima tuttavia di ridurre i costi quest'anno di 200
milioni e di tagliare 900 posti di lavoro, ma non distribuirà
nessun dividendo per il 2008.
 * La società farmaceutica ROCHE ROG.VX è in rialzo del
2,4% dopo aver lanciato un'Opa ostile su Genentech e aver
abbassato la sua offerta sul restante 44% - non ancora in suo
possesso - della società di biotecnologie americana.
 * RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) balza del 5% dopo aver annunciato
l'intenzione di vendere i suoi asset di potassio e la sua
miniera di minerali di ferro in Brasile per 1,6 miliardi di
dollari alla rivale VALE (VALE5.SA: Quotazione), come parte di un piano di
riduzione del debito per 10 miliardi nel 2009.