BORSE EUROPA -Indici negativi con banche dopo no piano Usa,Dexia

martedì 30 settembre 2008 10:00
 

                            indici                chiusura 
                            alle 9,45    var%       2007
 --------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E    2.978,67     -0,98    4.395,61
 FTSEurofirst300 .FTEU3       1.040,16     -0,66    1.506,61
 DJ Stoxx banche           255,56     -1,83      424,26
 DJ Stoxx oil&gas          313,82     -0,88      442,02
 DJ Stoxx tech             198,62     +0,18      304,27
 ------------------------------------------------------------
 FRANCOFORTE, 30 settembre (Reuters) - Avvio di seduta
all'insegna del panico sulle piazze azionarie europee, dopo che
il Congresso americano ha bocciato il piano del governo di
Washington per dare una boccata d'ossigeno alle banche in
difficoltà.
 Tutti gli indici hanno aperto in territorio negativo,
indeboliti dai finanziari nel giorno in cui è stata
ufficializzato il salvataggio pubblico di un altro istituto
europeo, la franco-belga Dexia (DEXI.BR: Quotazione) DEXI.PA.
 Ma, poco prima delle 10, le borse viaggiano sopra i minimi
con l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3 e il DJ Stoxx 50
.STOXX50E che perdono circa un punto percentuale. Cede lo 0,8%
Londra, 1,2% Parigi e Francoforte lascia sul campo l'1,6%.
 Tra i titoli in evidenza: 
 * Tra i bancari peggiori ci sono KBC (KBC.BR: Quotazione), ROYAL BANK OF
SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) e HBOS HBOS.L. A picco anche UBS UBSN.VX,
LLOYDS TSB (LLOY.L: Quotazione), UNICREDIT (CRDI.MI: Quotazione) e CREDIT AGRICOLE
(CAGR.PA: Quotazione).
 * Le azioni DEXIA sono state sospese ma la concorrente
FORTIS ha toccato un nuovo minimo a 4,6 euro dopo che ING
ING.AS ha dichiarato che non rileverà gli asset olandesi di
ABN AMRO. Fortis e ING sono poi passate in positivo.
 * In denaro solitarie le banche irlandesi dopo che il
governo ha detto che garantirà tutti i depositi per due anni al
fine di assicurare la stabilità finanziaria.
 * Sotto pressione le catene di abbigliamento HENNES&MAURITZ
(HMb.ST: Quotazione) e INDITEX (ITX.MC: Quotazione) (Zara) dopo che il gruppo svedese ha
annunciato risultati trimestrali deludenti.
 * Nella grande distribuzione, balza in controtendenza la
prima catena britannica TESCO (TSCO.L: Quotazione) che oggi ha annunciato
risultati semestrali in linea con le attese e un'accelerazione
delle vendite omogenee in Gran Bretagna nel secondo trimestre
rispetto al primo.