BORSE EUROPA - Indice peggiorano in scia Usa, male banche e auto

giovedì 29 gennaio 2009 16:41
 

                                indici              chiusura
                              alle 16,30    var%      2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   1.980,84     -1,96    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        794,77     -1,98      831,97
DJ Stoxx banche          133,88     -4,76      149,51
DJ Stoxx oil&gas         272,91     -0,43      264,50
DJ Stoxx tech            152,09     -1,79      152,86
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 29 gennaio (Reuters) - Le borse europee sono in
netto calo dopo l'avvio di seduta negativo di Wall Street.
 La flessione è guidata dai comparti che ieri avevano
rimbalzato in modo consistente, soprattutto automotive e
finanziari.
 Attorno alle 16,30 italiane, l'indice paneuropeo
FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede il 2,02%. Tra i singoli listini,
l'indice Ftse 100 britannico .FTSE arretra del 2,68%, il
tedesco Dax .GDAXI del 2,11% e il francese Cac40 .FCHI del
2,16%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * L'indice del paniere dell'automotive  lascia sul
terreno oltre quattro punti percentuali, con RENAULT (RENA.PA: Quotazione)
che cade del 10% dopo aver annunciato un taglio di posti di
lavoro in Spagna e aver incassato una riduzione del target price
da parte di Exane. Male anche BMW (BMWG.DE: Quotazione), sulle voci di
profit warning, PEUGEOT (PEUP.PA: Quotazione), anch'essa vittima di una
riduzione dell'obiettivo di prezzo da parte di Exane, VOLKSWAGEN
(VOWG.DE: Quotazione) e FIAT FIA.MI, il cui responsabile del brand ha
detto di stimare un calo delle immatricolazioni in Italia del
35-40% nel mese di gennaio.
 * A picco le banche , ieri protagoniste di un rally.
UBS UBSN.VX lascia sul terreno quasi il 15% sulle voci di
perdita di 1 miliardo di franchi svizzeri sul trading nel quarto
trimestre.
 * Pesanti gli assicurativi , con LEGAL AND GENERAL
(LGEN.L: Quotazione) in calo di oltre il 10% dopo aver comunicato di non
essere in grado di fornire un aggiornmento della situazione
patrimoniale a fine 2008.
 * Nel contesto di un settore delle società minerarie 
in deciso ribasso, XSTRATA XTA.L scende del 2,5% circa dopo
aver annunciato che sta pianificando un aumento di capitale per
ottenere 5,9 miliardi di dollari per ripagare i debiti. La
società mineraria ha registrato un calo del 13% degli utili
2008. A caccia di capitali anche la rivale RIO TINTO (RIO.L: Quotazione),
che cade di oltre cinque punti percentuali: secondo
indiscrezioni di stampa, è in trattative con la cinese Chinalco.
 * Il paniere delle holding finanziarie  vede crollare
il gruppo di private equity 3I (III.L: Quotazione): quasi -20% sui rumors di
ricapitalizzazione.
 * Fra le società farmaceutiche, complessivamente poco
cedenti grazie alla natura difensiva del settore, ASTRAZENECA
(AZN.L: Quotazione) arretra di oltre cinque punti percentuali dopo i
risultati trimestrali.
 * Male i tecnologici , con NOKIA NOK1V.HE che
lascia sul terreno oltre il 3% ed ERICSSON (ERICb.ST: Quotazione) in calo di
quasi il 2% dopo aver annunciato il taglio di circa mille posti
di lavoro.
 * ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione) avanza di quasi due punti
percentuali, in controtendenza rispetto al paniere degli
energetici , dopo aver comunicato risultati del quarto
trimestre in calo, incrementando, però, il dividendo e
rilanciando gli investimenti.