29 agosto 2008 / 08:14 / 9 anni fa

Borse Europa: indici in calo, pesano tecnologici e rialzo oil

<p>Un'immagine della Borsa di Francoforte. REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

LONDRA (Reuters) - Le piazze europee hanno aperto con tendenza al ribasso, senza lasciarsi influenzare dai guadagni delle borse asiatiche.

Continua a pesare l‘aumento del prezzo del greggio, aggravato dai timori che la tempesta tropicale Gustav possa danneggiare gli impianti di produzione di petrolio e gas nel Golfo del Messico. Le società energetiche si stanno preparando a quelli che potrebbero essere i maggiori danni alla produzione statunitense dalla devastante stagione degli uragani del 2005.

Intorno alle 10,00 il greggio scambia sulla piazza americana sopra i 117 dollari al barile, mentre i contratti a ottobre sul Brent registrano un rialzo di 1,19 dollari a 115,36 dollari al barile.

Attorno alle 10 l‘indice che raggruppa le banche annulla i guadagni di oltre il 2% realizzati ieri e avanza in territorio negativo.

Non vanno meglio i settori delle auto e dei trasporti, penalizzati dal rialzo dei prezzi del greggio, mentre recuperano, rispetto ai giorni scorsi, i titoli energetici, in pallido aumento dello 0,15%.

Tra i settori più colpiti c’è quello dei tecnologici, dopo il crollo di oltre il 10% a chiusura di borsa delle azioni di Dell in seguito all‘inaspettato annuncio di utili trimestrali in calo del 17%.

Sul fronte macro, gli investitori focalizzeranno la loro attenzione sui dati sull‘inflazione e sulla disoccupazione nella zona euro (alle 11,00) mentre sono attesi nel pomeriggio i dati Usa sui redditi personali, i consumi reali e l‘indice Pce di luglio (ore 14,30). Da Chicago arriverà il Pmi manifatturiero di agosto (ore 15,45) e dall‘Università del Michigan il dato finale sull‘indice della fiducia dei consumatori ad agosto (ore 15,55).

Alle 10,00 circa le principali piazze europee vedono l‘indice inglese FTSE 100 in calo dello 0,11%, il tedesco Dax dello 0,23% e il francese Cac 40 dello 0,01%.

Tra i titoli in evidenza:

* CARREFOUR sale di quasi il 4% dopo un rialzo sopra le attese del 5,5% dell‘Ebit nel primo semestre dell‘anno, accompagnato tuttavia da un aumento dell‘1,2%, al di sotto delle attese, dell‘utile netto. La seconda società al mondo per vendite al dettaglio ha confermato i target dell‘anno, dopo il profit warning lanciato a fine giugno.

* ROBERT WALTERS perde quasi il 7% su risultati semestrali deludenti, con utili in calo del 15%. La società di reclutamento, secondo l‘analista Jermin, avanza cautela sulle prospettive a breve termine e sembra intenzionato a ridurre i target sull‘anno.

* BRADFORD & BINGLEY è in calo dell‘1%, dopo aver registrato nel primo semestre dell‘anno una perdita prima delle tasse di 26,7 milioni di sterline, contro il guadagno di 180,4 milioni di sterline dell‘anno scorso. La banca inglese, duramente colpita dalla crisi dei subprime, ha annunciato manovre per migliorare le sofferenze e per rendere più restrittivi i criteri per l‘accesso ai mutui.

* DEXIA è in rialzo di oltre l‘1% dopo aver chiuso il trimestre con utili netti in calo del 32% sull‘impatto delle perdite della sua sezione americana Fsa.

La società finanziaria franco-belga ha ammonito che volatilità e incertezza si protrarranno nel secondo semestre.

* PPR sale di quasi il 4% dopo aver annunciato che i piani di azione per il miglioramento della competitività inizieranno a dare i loro frutti già a partire dal secondo semestre. La società francese di lusso e distribuzione al dettaglio ha confermato i target per l‘anno e ha chiuso il semestre leggermente al di sopra delle apettative.

* COMMERZBANK secondo una fonte sta pianificando di acquisire inizialmente una quota del 51% di Dresdner. ALLIANZ avrebbe acconsentito alla vendita. La banca tedesca perde quasi il 2% nei primi scambi di borsa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below