BORSE EUROPA - estendono perdite dopo dati Usa su vendite case

mercoledì 28 ottobre 2009 15:40
 

                               indici              chiusura
                            alle  15,30     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.795,61    -1,40    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        984,60    -1,50      831,97
DJ Stoxx banche          221,08    -2,34      149,51
DJ Stoxx oil&gas         317,56    -1,78      264,50
DJ Stoxx tech            178,46    -2,73      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 28 ottobre (Reuters) - Le borse europee estendono i
ribassi dopo i dati sulle vendite di nuove abitazioni negli Usa
inaspettatamente inferiori alle attese.
 Alle 15,25 l'indice l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3
perde l'1,43%. Sui singoli mercati Ftse 100 .FTSE, Cac-40
.FCHI e Dax tedesco .GDAXI perdono circa il 2%.
 "Il mercato ha abbandonato l'ottimismo", sintetizza un
broker.
 A livello di settore i peggiori sono gli energetici, le
auto, le banche e i tecnologici. Resistono tlc, titoli della
salute ed alimentari.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Energetici trainati al ribasso da BG Group BG.L, -3% per
aver annunciato utili netti trimestrali crollati del 44%.
Ritraccia anche BP (BP.L: Quotazione), che ieri aveva sorpreso positivamente
con i risultati grazie ad un drastico taglio dei costi.
 * Male i bancari, con SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) che ha annunciato
utili trimestrali scesi del 2,8%. Giù anche Bnp Paribas
(BNPP.PA: Quotazione), Hsbc HSBC.L e Ubs UBSN.VX in discesa fra l'1 e il
3,6%. Nel comparto COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) perde il 5,5%, che ha
venduto una quota del 74% della Privatinvest Bank alla Zuercher
Kantonalbank, nell'ambito delle dismissioni concordate con la
Commissione Europea.
 Fiacca anche DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) che ieri - secondo
alcune fonti vicine al dossier - ha raggiunto un accordo
preliminare per rilevare la divisione "wealth management" della
Sal.Oppenheim a circa 1 miliardo di euro.
 * Tra le auto in calo del 3% le peggiori sono FIAT FIA.MI,
-5,4%, e RENAULT (RENA.PA: Quotazione). Quest'ultima ieri aveva già perso
terreno dopo il declassamento di Morgan Stanley, che
raccomandava di spostarsi su Fiat o Peugeot (PEUP.PA: Quotazione).
 * In uno Stoxx dei titoli legati alle commodities cedente,
ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione) lascia sul terreno circa 5%, dopo
l'annuncio di un Ebitda del trimestre a 1,59 miliardi di
dollari, sotto le attese.