BORSE EUROPA - Indici in rialzo, giù Volvo, atteso Ifo tedesco

venerdì 24 aprile 2009 09:31
 

                                indici             chiusura
                             alle 9,25     var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.273,74    +0,63    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        795,04    +0,39      831,97
DJ Stoxx banche          158,05    +1,24      149,51
DJ Stoxx oil&gas         263,94    +0,98      264,50
DJ Stoxx tech            171,53    -0,80      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 24 aprile (Reuters) - Hanno aperto gli scambi in
positivo le borse europee, all'indomani di una seduta negativa.
Se ieri Wall Street ha chiuso in rialzo sui risultati sopra
le attese di alcune banche locali, inizia a farsi sentire la
tensione in vista dell'esito degli stress test dei maggiori 19
istituti americani.
 Sul fronte macro occhi puntati oggi sull'indice Ifo tedesco,
che darà un quadro del clima di fiducia nella maggiore economia
europea, mentre dall'altra sponda dell'Atlantico arriveranno le
trimestrali di Ford (F.N: Quotazione) e 3M (MMM.N: Quotazione).
 Intorno alle 9,25 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 sale dello 0,4% circa, mentre tra i singoli listini il
Dax di Francoforte .GDAXI avanza dello 0,64%, il Cac 40
parigino .FCHI dello 0,8% e il Ftse 100 londinese .FTSE
dello 0,82%.
 I titoli in evidenza oggi:
 * Continua la spinta di CREDIT SUISSE CSGN.VX, a +5% dopo
i risultati di ieri nettamente superiori alle attese. Bene anche
BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) a +3% e DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) a +2,2%.
 * VOLVO (VOLVb.ST: Quotazione), la filiale svedese di Ford (F.N: Quotazione), ha
registrato una perdita operativa sopra le attese nei primi tre
mesi dell'anno e ha detto di aspettarsi che il suo mercato
chiave in Europa si riduca di oltre la metà nel 2009 sul crollo
della domanda. Il titolo perde quasi il 7%, seguito a distanza
da quello della produttrice di camion MAN (MANG.DE: Quotazione) che dopo
aver aperto a -3% riduce il calo passando di mano a -0,2%.
* Il gruppo aerospaziale e tecnologico francese SAFRAN
(SAF.PA: Quotazione) comprerà l'81% di GE Homeland Protection (GE.N: Quotazione),
controllata di General Electric (GE.N: Quotazione), per 580 milioni di
dollari. Il titolo lascia sul terreno lo 0,2%.
 * Il gruppo di energia nucleare controllato dallo stato
francese AREVA CEPFi.PA sale dell'1,7% su un aumento dell'8,5%
delle vendite nel primo trimestre a 3 miliardi di euro.
 *  Le maggiori banche francesi stanno lavorando a un piano
per mettere gli asset a rischio in una struttura speciale, per
ripulire i bilanci, riferisce il quotidiano Les Echos. SOCIETE
GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) guadagna l'1,5%.