BORSE EUROPA - Indici incerti in primi scambi, tendenza rialzo

giovedì 23 luglio 2009 09:34
 

                                indici             chiusura
                              alle 9,30     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.532,44    +0,14    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        892,61    +0,29      831,97
DJ Stoxx banche          193,10    +0,89      149,51
DJ Stoxx oil&gas         292,98    +0,15      264,50
DJ Stoxx tech            171,75    +0,59      152,86
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 23 luglio (Reuters) - Gli indici delle borse europee
mostrano un andamento incerto durante i primi scambi della
mattinata, anche se con il passare del tempo sembra profilarsi
una debole tendenza al rialzo, sostenuta dai buoni risultati
annunciati da diversi grossi player dell'economia europea.
 Intorno alle 9,30, il FTSEurofirst 300 .FTEU3 sale dello
0,29%, l'inglese Ftse 100 .FTSE dello 0,02%, il Dax tedesco
.GDAXI cede lo 0,05%, e il francese Cac-40 .FCHI gudagna lo
0,01%.
 Avanzano le quotazioni dei settori bancario, sanitario e
tecnologico, arretrano quelle di auto, media e utilities.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * CREDIT SUISSE CSGN.VX, che annuncia utili netti in
crescita del 29% nel secondo trimestre, guadagna oltre il 3%.
 * PORSCHE (PSHG_p.DE: Quotazione), che annuncia un aumento di capitale
fino a 5 miliardi di euro e il ricambio del vertice aziendale,
perde circa il 4%, stesso andamento di VOLKSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione).
 * ROCHE ROG.VX, il cui utile netto nella prima metà del
2009 è in calo del 29%, sale del 3% sull'impennata di domanda di
Tamiflu, che nel primo semestre genere un miliardo di franchi
svizzeri di ricavi.
 * ABB ABBN.VX, che dichiara risultati per il secondo
trimestre superiori alle aspettative ma mantiene un forecast
prudente per il resto dell'anno, cresce del 3%.
 * TECHNIP (TECF.PA: Quotazione), che registra utili in crescita nel
primo semestre dell'anno grazie alla divisione offshore e
aggiusta le previsioni per il 2009 verso la parte alta della
forbice già annunciata, vola a +6%.