BORSE EUROPA - Indici estendono rimbalzo su nuovo piano Usa

lunedì 23 marzo 2009 15:51
 

                               indici              chiusura
                              alle 15,40   var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.103,80    +2,57    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        734,03    +2,25      831,97
DJ Stoxx banche          127,63    +5,92      149,51
DJ Stoxx oil&gas         260,49    +2,00      264,50
DJ Stoxx tech            143,06    +0,11      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 23 marzo (Reuters) - Si conferma e si estende il
rimbalzo degli indici europei, in preda come quelli Usa
all'entusiasmo per il nuovo piano messo a punto
dall'amministrazione Obama per ripulire i bilanci bancari da
'asset tossici' fino a 1.000 miliardi di dollari.
 A trainare il recupero dei listini sono infatti i titoli
finanziari, mentre positiva per l'azionario è anche la marcata
risalita delle materie prime sempre in risposta alla prospettiva
di ripresa della prima economia mondiale, che premia i corsi dei
titoli energetici.
 Ultimo elemento incoraggiante per le borse la lettura
migliore del consensus dei numeri Usa sulle vendite delle case
esistenti a febbraio.
 "Il settore finanziario resta comunque sotto pressione, dal
momento che l'ammontare degli asset 'tossici' supera ancora
ampiamente i fondi che lo Stato è pronto a immettere sul
mercato" spiega Romain Boscher di Groupama Asset Management.
 "Anche se Washington è disposta a iniettare 1.000 miliardi -
continua - ci sono tra i 2.000 e i 4.000 miliardi di asset
tossici in bilancio agli istituti di credito".
 Mentre gli indici di Wall Street avanzano fino a 4% sulla
chiusura di venerdì intorno alle 15,30 l'indice Ftse Eurofirst
300 .FTEU3 guadagna 2,20%, mentre lo Stoxx50 .STOXX50E
arriva a +2,59%.
 Uno sguardo alle singole piazze mostra un brillante Ftse
londinese .FTSE a +2,12%, seguito dal Dax tedesco .GFAXI a
+2,03% e dal Cac parigino a .FCHI a +1,95%.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * In vetta ai listini gli istituti di credito, tra cui basti
segnalare il +12,5% di Barclays (BARC.L: Quotazione), il +10,1 di Hsbc
(HSBA.L: Quotazione), il +7,6% di Lloyds (LLOY.L: Quotazione) o il +5,1% di Deutsche
Bank (DBKGn.DE: Quotazione) 
 * Ancora molto bene gli energetici, mentre i derivati sul
greggio Usa superano ampiamente la soglia dei 53 dollari.
Guadagna oltre 2,5% Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione), mentre BG Group
BG.L si ferma a +1,7% 
 * Lima decisamente il rialzo Daimler (DAIGn.DE: Quotazione), che
guadagna 1,2% dopo l'annuncio che raccoglierà 1,95 miliardi euro
con la cessione del 9,1% al fondo Abu Dhabi Aabar Investments
PJSC AABAR.AD.