BORSE EUROPA - Indici brillano su banche e calo prezzo greggio

venerdì 22 agosto 2008 16:26
 

                               indici              chiusura
                            alle 16,15     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.301,97     +1,63    3.711,03
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.171,85     +1,48    1.314,42
  DJ Stoxx banche          285,59     +2,85      337,67
  DJ Stoxx oil&gas         373,17     -0,20      435,73
  DJ stoxx tech            240,67     +1,91      249,25 
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 agosto (Reuters) - Le piazze europee tornano a
respirare, trascinate dai titoli finanziari, i più penalizzati
nei giorni scorsi, e dal ribasso dei prezzi del petrolio.
 A risollevare la fiducia degli investitori è l'indiscrezione
stampa secondo cui la banca di investimento americana Lehman
Brothers LEH.N potrebbe vendere il 50% delle proprie azioni
all'istituto pubblico coreano Korea Development Bank oppure alla
cinese Citic Securities, mettendo fine alle preoccupazioni sullo
stato del credito che l'avevano vista protagonista negli ultimi
giorni. Ma le due banche si sarebbero defilate a causa di un
prezzo richiesto eccessivo.
 Gli unici settori che procedono in territorio negativo sono
quello degli energetici  e dei minerari , a causa
del calo del prezzo delle materie prime.
 Dopo un balzo di oltre 5 dollari nella giornata di ieri sui
timori per il conflitto in Georgia, l'oro nero ritraccia.
Intorno alle 16,15 il contratto a ottobre sul Nymez CLc1 perde
oltre due dollari a 119,05 dollari al barile.
 Alla stessa ora il settore dei minerari perde lo 0,79% con
l'oro XAU= in perdita di quasi dieci dollari rispetto
all'apertura di stamane a 824,70 dollari all'oncia.
 Alle 16,15 le principali piazze europee vedono l'indice
inglese FTSE 100 .FTSE in rialzo dello 2,04%, il tedesco Dax
.GDAXI dello 1,58% e il francese Cac 40 .FCHI dello 1,84%.
 
 Tra i titoli in  evidenza:
 
 * BENFIELD BFD.L schizza di oltre il 27% dopo che uno dei
più grandi broker assicurativi del mondo, Aon Corp AOC.N, ha
fatto un'offerta in contanti per il gruppo assicurativo inglese,
attribuendogli un valore di 844 milioni di sterline, 350 pence
per azione. Si tratterebbe di un premio del 29,2% sul prezzo di
chiusura delle azioni di ieri.
 
 * AIR FRANCE - KLM (AIRF.PA: Quotazione) sale di quasi il 5%,
approfittando del ritracciamento del prezzo del petrolio che,
dopo aver guadagnato ieri 5 dollari, registra oggi un lieve
ribasso. La compagnia aerea francese, che ha recentemente
rinunciato a comprare l'italiana Alitalia, si sta preparando a
lanciare un'offerta d'acquisto su AUSTRIAN AIRLINES AUAV.VI,
di cui il governo austriaco vorrebbe disimpegnarsi, dicono
indiscrezioni stampa. La compagnia austriaca sale sulla notizia
di oltre il 6%.
 * ARYZTA (ARYN.S: Quotazione), panificio industriale nato dalla fusione
della svizzera Hiestand e dell'irlandese Iaws, esordisce
brillantemente in borsa, con un rialzo di quasi il 10%.
 
 * TNT TNT.AS, le poste olandesi, confermano il buon
andamento della mattinata, continuando a essere scambiate con un
rialzo del 7%, sulla scia di indiscrezioni stampa. Il Times
londinese ha infatti riferito che la sua rivale statunitense
United Parcel Service (UPS.N: Quotazione) potrebbe presentare un'offerta
entro la fine della settimana per un valore compreso tra i 34 e
i 38 euro per azione.
 
 * LIBERTY INTERNATIONAL LII.L, società di retail inglese,
sale dell'8,5% dopo che Simon Property Group ha aumentato la
propria quota nel gruppo al 3,45%.
 
 * HOCHTIEF (HOTG.DE: Quotazione), gruppo attivo nel campo delle
costruzioni, sale di oltre l'8% dopo la smentita del miliardario
russo Oleg Deripaska di indiscrezioni stampa che rivelavano la
volontà di quest'ultimo di smantellare la società. 
 
 * EURASIAN ENRC.L cala di quasi il 3% dopo i guadagni dei
giorni scorsi, risentendo del ribasso generale del prezzo delle
materie prime.