BORSE EUROPA - Indici positivi sostenuti da commodities

martedì 22 settembre 2009 15:57
 

                               indici              chiusura
                            alle 15,40   var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.892,41    +0,69    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.007,46    +0,84      831,97
DJ Stoxx banche          236,06    +0,78     149,51
DJ Stoxx oil&gas         313,22    +1,08     264,50
DJ Stoxx tech            196,05    +0,27      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 22 settembre (Reuters) - Le borse europee proseguono
toniche nel primo pomeriggio, sostenute da un rimbalzo dei
prezzi delle materie prime - guidato dalla debolezza del dollaro
- che ribalta le perdite delle ultime due sedute.
 Intorno alle 15,40 il FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,8%,
riguadagnando la soglia dei 1.000 punti. Sui singoli mercati il
Ftse 100 britannico .FTSE guadagna lo 0,8%, il Dax tedesco
.GDAXI l'1% e il Cac 40 francese .FCHI lo 0,6%.
 A sostenere i listini europei contribuisce anche l'avvio
positivo di Wall Street.
 "Il tono è ottimista ma, avendo visto un movimento così
consistente nei mesi scorsi, l'upside è chiaramente limitato con
molte buone notizie già scontate nei prezzi. Essere cauti
sarebbe la strategia migliore nei prossimi giorni", commenta
Jawaid Afsar, dealer di Securequity.
 A livello settoriale spicca il buon rialzo dei petroliferi,
guidati dal rimbalzo del greggio. Ben comprati anche i minerari
sulla scia del rincaro dei metalli.
 Denaro sui bancari grazie a un ritorno della propensione al
rischio rispetto alla seduta precedente. Il settore europeo 
 ha messo a segno un rally di quasi il 172% dai minimi di
inizio marzo.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 * HEIDELBERGCEMENT (HEIG.DE: Quotazione) balza del 9% dopo che il gruppo
di costruzioni tedesco ha detto che la sua offerta di 62,5
milioni di nuove azioni ha ricevuto sottoscrizioni varie volte
superiori all'offerta e ha attirato un vivace interesse da parte
degli investitori.
 * MARKS & SPENCER (MKS.L: Quotazione) guadagna il 2,4% sulla scia della
revisione al rialzo di target price da parte di Banc of
America-Merrill Lynch.
 * L'editore LAGARDERE (LAGA.PA: Quotazione) mette a segno un progresso
di oltre il 3% dopo indiscrezioni stampa secondo cui la
divisione Lagardere Active starebbe esaminando opzioni per le
attività di periodici Usa, Hachette Filipacchi Media US. 
 * In controtendenza la utility francese GDF SUEZ GSZ.PA,
-1,2%, con i trader che citano commenti del ministro
dell'Economia francese Christine Lagarde a favore di una
riduzione delle tariffe del gas.
 * Balza di oltre il 4% ACCOR (ACCP.PA: Quotazione) dopo l'annuncio della
cessione di 158 hotel F1 - ex Formula 1 - per 272 milioni di
euro.