BORSE EUROPA - Indici in calo con energetici e compagnie aeree

lunedì 22 giugno 2009 15:55
 

                                indici             chiusura
                             alle 15,45    var%      2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.382,99    -2,13    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        846,68    -1,74      831,97
DJ Stoxx banche          177,08    -1,93     149,51
DJ Stoxx oil&gas         284,29    -3,37      264,50
DJ Stoxx tech            168,16    -2,08      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 giugno (Reuters) - Le borse europee accentuano le
perdite rispetto alla mattina con energetici e compagnie aeree
bersagliati dalle vendite.
 Gli analisti si uniscono sempre più numerosi al coro di
coloro che giudicano eccessivo il rally delle borse partito a
marzo e che vedono scoccare l'ora di un ritorno alla calma.
 Nonostante alcuni segnali di miglioramento, inoltre, la
Banca Mondiale ha precisato che le prospettive per l'economia
globale restono "insolitamente incerte".
 Intorno alle 15,45 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede
l'1,75% circa mentre, sulle singole piazze, il Ftse 100 .FTSE
perde l'1,59%, il Cac-40 FCHI il 2,1% e il Dax .GDAXI
l'1,78%.
 
 Tra i titoli in evidenza:


 * Mentre il greggio Usa arriva a perdere nei primi scambi
del pomeriggio 2 dollari a 67,55 dollari al barile, gli
energetici BG GROUP BG.L, BP (BP.L: Quotazione), ROYAL DUTCH SHELL
(RDSa.L: Quotazione) e TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) cedono tra 2,8% e 4,5%.
 * Tra le compagnie aeree, BRITISH AIRWAYS BAY.L lascia sul
terreno il 6,6%, la peggiore performance tra i titoli quotati
sul Ftse 100 .FTSE, sulla notizia stampa di uno scontro con
gli amministratori su una strategia di investimenti a alto
rischio. Non aiuta inoltre la richiesta al governo del fondatore
di Virgin Atlantic Richard Branson di non intraprendere nessuna
azione per salvare la compagnia britannica. Sempre nel
pomeriggio la rivale tedesca LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione), a -1,2%, ha
ottenuto il permesso dell'antitrust Ue per acquisire per 250
milioni di euro Brussels Airlines.
 * In controtendenza ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) sale del 5,3%
sulle trattative di fusione con la concorrente XSTRATA XTA.L.
I maggiori azionisti della società mineraria hanno però messo le
mani avanti, sostenendo che l'unione potrebbe realizzarsi solo
se venisse offerto un premium consistente, intorno al 30%. Le
voci di fusione danneggiano LONMIN (LMI.L: Quotazione), in calo del 7%. La
quota del 24,9% della società in mano a Xstrata rischierebbe
infatti di essere venduta per finanziare l'accordo.
 * Bene anche la società di esplorazione per l'oro CENTAMIN
EGYPT (CEY.L: Quotazione), in rialzo dell'8,88%. Reuters ha scritto che
potrebbe essere un obiettivo da acquisire per uno dei grandi
gruppi produttori di oro.
 * INDEPENDENT NEWS & MEDIA (INME.I: Quotazione) è oggi il titolo
peggiore in Europa, con un calo del 18,8%, dopo aver perso più
del 30% sulla proposta di un aumento di capitale a prezzi
altamente scontati per ripagare un bond scaduto.
 * Le pagine gialle inglesi YELL YELL.L potrebbero essere
costrette a ridurre i covenant finanziari a causa delle
condizioni incerte del mercato. Il titolo perde il 5,9%.
 * Pesa su ALCATEL-LUCENT ALUA.PA il declassamento a
'underperform' da 'neutral' deciso da Merrill Lynch. Il titolo
perde il 7,2% circa.
 * Giornata decisamente no per CURANUM BOHG.DE, il secondo
peggior titolo del listino tedesco delle small cap, che anche
nel pomeriggio mette a segno un -6,5%. Pesa la notizia
dell'indagine dell'autorità di vigilanza Bafin sui bilanci 2005
e 2006 della società di case di cura.
 * DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) sale di quasi l'1%, mentre i trader
puntano su un articolo uscito nel fine settimana su presunte
trattative per acquisire una quota in Porsche (PSHG_p.DE: Quotazione).
Entrambe le case automobilistiche hanno negato le indiscrezioni.