BORSE EUROPA - Indici positivi nei primi scambi

lunedì 20 luglio 2009 09:48
 

                                indici             chiusura
                              alle 9,30     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.497,40    +1,14    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        879,56    +1,03      831,97
DJ Stoxx banche          191,46    +1,35      149,51
DJ Stoxx oil&gas         289,22    +1,15      264,50
DJ Stoxx tech            171,36    +1,24      152,86
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 20 luglio (Reuters) - Le borse europee confermano le
attese di andamento positivo nei primi scambi della mattina,
consolidando il trend al rialzo delle ultime sedute.
 La buona apertura europea risponde alla chiusura in netto
rialzo dei mercati dell'area Asia-Pacifico.
 Gli investitori aspettano la trimestrale di Texas
Instruments TXN.N per capire se i buoni risultati societari in
arrivo dagli Stati Uniti sono indicazione di una tendenza
generalizzata.
 Intorno alle 9,30 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 sale
dell'1,1% circa, mentre sui singoli listini l'inglese Ftse 100
.FTSE avanza dello 0,8%, il Dax tedesco .GDAXI dell'1,3% e
il francese Cac-40 .FCHI dell'1%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Deutsche Post (DPWGn.DE: Quotazione) guadagna il 3,3% e guida la buona
performance di Francoforte, sulle voci di stampa di una
revisione in positivo delle stime degli utili 2009 nella
divisione postale.
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) guadagna l'1%, nonostante il gruppo
energetico francese si sia visto negare dal governo di Parigi
una proposta di incremento delle tariffe pari al 20% nei
prossimi 3-4 anni.
 * LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) guadagna il 3,9%, dopo la rivelazione del
Times che il gruppo bancario potrebbe essere costretto a cedere
parte del proprio business, secondo un piano di rilancio
proposto dai Conservatori inglesi attualmente all'opposizione.
 * IRISH LIFE & PERMANENT IPM.I, gruppo assicurativo
irlandese, guadagna il 5,6% mentre prende consistenza il piano
per una fusione all'interno di un super-gruppo nazionale insieme
a EBS Building Society e Irish Nationwide Building Society,
secondo quanto dice il governatore della banca centrale di
Dublino John Hurley.
 * In decisa controtendenza gli automobilistici tedeschi di
PORSCHE (PSHG_p.DE: Quotazione) e VOLKSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione), che perdono
rispettivamente l'8,6% e il 9,8%. I mercati reagiscono alla
rivelazione dello Spiegel secondo cui la proprietà della holding
Porsche dovrebbe firmare in settimana l'accordo per la cessione
del settore auto al gruppo Volkswagen e alla notizia della Bild
secondo cui i debiti accumulati da Porsche nel suo tentativo
fallito di conquistare il controllo di Volkswagen ammonterebbero
a 14 miliardi di euro.
 * UBS UBSN.VX perde lo 0,6%. Il ministro degli esteri
Micheline Calmey-Rey ha fatto sapere al giornale NZZ am Sonntag
che ha in programma un incontro con il Segretario di Stato
americano Hillary Clinton il 31 luglio, tre giorni prima della
scadenza per un possibile accordo nella contesa fra il governo
Usa e la banca svizzera in merito ai conti dei cittadini
americani.