BORSE EUROPA - Rimbalzano con bancari, materie prime

lunedì 19 ottobre 2009 10:01
 

                               indici              chiusura
                            alle 10,00    var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.909,99    -0,99    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.013,98    -0,32      831,97
DJ Stoxx banche          237,03    -1,16      149,51
DJ Stoxx oil&gas         318,82    +1,74      264,50
DJ Stoxx tech            189,92    -0,35      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 19 ottobre (Reuters) - Le borse europee rimbalzano
trainati dai bancari e dai settori sensibili all'oscillazione
dei prezzi delle materie prime stamani. Venerdì l'azionario del
Vecchio Continente aveva terminato in ribasso dello 0,8%,
complici risultati trimestrali deludenti negli Stati Uniti e il
debole dato sulla fiducia dei consumatori oltreoceano.
 Intorno alle 10 l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3
guadagna un punto percentuale circa, mentre il DJ Stoxx 50
.STOXX50E avanza dell'1,3%. Francoforte .GDAXI sale
dell'1,25%, Parigi .FCHI dell'1,2% e Londra .FTSE dell'1,3%.
 I titoli in evidenza oggi:
 * Tonico il settore auto con DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) che avanza
di due abbondanti punti percentuali dopo che il suo AD ha detto
a una rivista che la casa tedesca avrà risparmi superiori
all'obiettivo di 4 miliardi di euro nel 2009.
 * Dopo un allungo iniziale, riduce i guadagni ABB ABBN.VX
dopo che il gruppo di elettronica svizzero ha anticipato che il
suo utile netto dovrebbe beneficiare di minori accantonamenti
collocandosi a circa 670 milioni di euro.
 * Dimenticata dal rally CABLE & WIRELESS CW.L dopo che
Citigroup ha declassato il titolo " hold" da "buy" riducendo il
prezzo obiettivo a 155 da 250 pence.
 * In grande spolvero il produttore di turbine NORDEX
NDXGk.DE promossa oggi a "buy" da Goldman Sachs
 * Restando nel settore delle rinnovabili in Germania,
CENTROSOLAR C30G.DE festeggia con un rialzo a due cifre dopo
aver annunciato un Ebit per 7,4 milioni di euro, in crescita del
45%.